Home / Archivio / Cornacchia, il bilancio

Cornacchia, il bilancio

Cornacchia, il bilancio

Globus Team Conegliano e Nazionale Bielorussa hanno conquistato la 28esima edizione del torneo internazionale Under 19 memorial Ferruccio Cornacchia. Se per la squadra maschile dell'Est Europa si tratta di una prima volta, le ragazze venete raccolgono l'eredità delle ‘cugine’ del Top Team Belluno che si erano imposte nelle ultime due edizioni. Finale a sorpresa, dunque, che lascia un pizzico di amarezza per i nuovi problemi politici che, in qualche misura, hanno condizionato quella che dovrebbe essere soltanto una grande festa dello sport. Il torneo 2010, probabilmente, sarà ricordato come uno dei più difficili in assoluto sotto il profilo organizzativo, alla luce della crisi economica, ma anche della rinuncia a scendere in campo dell'Iran, che ha ricevuto un no dall’alto a disputare la semifinale con Israele, sia per il ritiro di quest’ultima nazionale, costretta a saltare la finalissima per problemi di volo.

La manifestazione, che ha visto affrontarsi 16 formazioni maschili e 16 femminili in tre intense giornate di gara, si è aperta con una gradita sorpresa: Andrea Zorzi e Carmelo Pittera sono, infatti, stati ospiti d'onore per l'inaugurazione della mostra fotografica dedicata alla storia della nazionale italiana maschile ai Mondiali di pallavolo, organizzata nel quartier generale della manifestazione, ovvero la Fiera di Pordenone. I due ‘monumenti’ del volley azzurro hanno intrattenuto gli appassionati, scortati anche dalla mascotte ufficiale dell’evento iridato, Volly, e hanno invitato tutti i presenti a Trieste, dove si disputerà il girone con Serbia, Polonia, Germania e Canada (GUARDA LE FOTO DELL'EVENTO).

Come di consueto c'è stata la presentazione ufficiale delle squadre con una sfilata per il centro storico di Pordenone. Sul palco c'è stato lo storico incontro tra le nazionali di Iran e Israele, che aveva fatto sperare in una momentanea tregua delle divergenze politiche tra i due Paesi, ma così non è stato. Si sono imposti, quindi, i bielorussi che avrebbero meritato di conquistare il titolo davanti al folto pubblico presente alle finali, ma che in ogni caso hanno messo in mostra gran fisicità e buona tecnica.

Molto più tranquille le cose nel settore femminile. La Globus Team mette subito in campo grande concretezza e si aggiudica il girone preliminare, come la Svizzera. Più incerta la situazione nel girone D, dove le croate del Porec si impongono sul filo di lana sulle americane del Northern Lights. Le semifinali sono tiratissime e spettacolari. Il pubblico può godere di due tie break che vedono prevalere le svizzere e le ragazze di coach Sacchetta. La finale, onorata da una bella cornice di appassionati sugli spalti, vede le venete partire a razzo, grazie soprattutto a un'ottima Benazzi. Tutto il collettivo Globus si comporta al meglio, ben orchestrato dalla regia di Mira Zanco. Dall'altro lato le giovani d’oltralpe (tutte classe '94-'95) non ci stanno e guidate da Steinmann cercano la riscossa, arrivando a un passo dal tie break. Vince Conegliano, ma festeggiano tutti i 600 ragazzi che hanno preso parte a tre giorni di vera gioia sportiva.

Classifica femminile: 1. Globus Team Conegliano, 2. Svizzera, 3. Porec, 4. Israele, 5. Northern Lights, 6. Baden, 7. Algeria, 8. Domovip, 9. System Volley, 10. Catalogna, 11. Bilikova, 12. Aurora, 13. Koper, 14. Ortonovo, 15. Vitrolles, 16. Debrecen.

Classifica maschile: 1. Bielorussia, 2. Israele, 3. Iran, 4. Baden, 5. Italia, 6. Svizzera, 7. Algeria, 8. Triestina, 9. Sisley, 10. Rovigno, 11. Zuzemberk, 12. Agorà Venezia, 13. Motta, 14. Plovdiv, 15. Futura, 16. Sloga.

Premi individuali femminili: Mira Zanco (Globus, miglio alzatrice); Elena Steinemann (Svizzera, miglior attaccante); Sarah Zerika (Svizzera, miglior centrale); Emina Zahirovic (Porec, miglior libero); Giada Benazzi (Globus, miglior giocatrice).

Premi individuali maschili: Federico Cipollone (Baden, miglior alzatore); Viacheslav Charapovich (Bielorussia, miglior attaccante); Vadim Pronko (Bielorussia, miglior centrale); Daniele Tailli (Italia, miglior libero); Sergei Meshkov (Bielorussia, miglior giocatore).

Premi speciali. Premio fair play Maria Pinzuti: Alberto Leiva Carlos (Aurora Volley); premio ‘sfiga’: Federico Cipollone (Baden); Miss torneo: Sarah Zerika (Svizzera); Mister torneo: Nicola Destro (Agorà Venezia).

sport@ilfriuli.it

7 aprile 2010, 13:03

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori