Home / Calcio dilettanti / Il Tre Stelle punta in alto

Il Tre Stelle punta in alto

Quattro goal al Grifone. Capitan Lirussi: “Il miglior attacco nasce dalla forza del gruppo”

Il Tre Stelle punta in alto

Una partita caratterizzata dal vento forte e dal campo pesantissimo quella che è andata in scena oggi pomeriggio al campo comunale di Cornino e che vedeva contrapposte l’Atletico Grifone di mister Adulenti, padrone di casa, e la squadra rivelazione del campionato, il Tre Stelle di mister Lerussi.

LA PARTITA. I padroni di casa partono subito forte, schierati in campo con tre uomini dietro, quattro a centrocampo e tre giocatori sulla trequarti campo avversaria. Lerussi risponde con un modulo ormai consolidato, con quattro uomini in difesa e tanta velocità in fascia. E’ il Grifone che inizialmente si rende pericoloso con Guadagni che, al 7’ del primo tempo, sbaglia l’appoggio e, quindi, un goal facile facile. Mister Lerussi incita i suoi e il Tre Stelle prende in mano la partita: al 16’ traversone di Ricci, Raffin svetta di testa cogliendo in controtempo il portiere. La palla finisce sul palo. Cinque minuti più tardi punizione laterale di Lirussi, tocca di testa Monte che manda in rete. Il goal viene annullato per un presunto fuorigioco.

Pochi minuti dopo la metà del primo tempo è sempre Guadagni che si rende pericoloso, con un uno-due con un compago che lo inserisce in area: cade, tocca con la mano e reclama il rigore. L’arbitro assegna punizione a favore del Tre Stelle. Il pubblico sugli spalti, infreddolito dalla Bora, si fa sentire. Al 35’ punizione al limite per il Tre Stelle battuta dal capitano Lirussi: cinque in barriera a proteggere la porta difesa da Pischiutta e il pallone supera di pochi centimetri la traversa. Tre minuti dopo è l’Atletico Grifone che si rende pericoloso: una serie di tocchi a centro campo che denotano un buon fraseggio, un contrasto che costringerà a terra Grattà mentre l’Atletico Grifone continua a giocare.

A due minuti dal termine del primo tempo, punizione dalla trequarti campo per il Tre Stelle battuta dal capitano Lirussi (classe ’97), inserimento in diagonale di Ricci e gli ospiti vanno in vantaggio. Si conclude il primo tempo con un bel fraseggio del Tre Stelle dove l’arbitro, pur rilevando un gioco falloso dell’Atletico Grifone lascia continuare applicando la regola del vantaggio. Nulla di fatto e i padroni di casa rimediano una punizione a favore. Rizzon (Atletico Grifone) continua a protestare prima della battuta della punizione e viene ammonito dal direttore di gara.

Riparte forte il Tre Stelle che costringe a un intervento falloso Lanfrit che sarà ammonito. Punizione del solito Lirussi fuori misura. Quattro minuti dopo contropiede velocissimo di Grattà, palla a Crosilla che scarta il portiere ma mette clamorosamente a lato. Il Tre Stelle vicino al raddoppio. Due minuti dopo contropiede di Lirussi che serve centralmente a Grattà ma il tiro finisce debole centralmente alla porta per una presa facile di Pischiutta. Allo scadere della metà del secondo tempo per il Tre Stelle Valoppi sostituisce Grattà e il nuovo entrato va subito vicino al goal con un tiro potente che il portiere non riesce a trattenere e Crosilla non ribatte a rete per un soffio.

Due minuti più tardi cambio di gioco di Ricci, aggancia il pallone Valoppi che entra velocissimo in area e la mette sul secondo palo dove il portiere non riesce a prenderla. Tre Stelle 2 – Atletico Grifone 0. Cinque minuti dopo Collavizza del Tre Stelle fa passare il pallone sotto alle gambe di Contardo che lo atterra: ammonito. Batte la punizione capitan Lirussi tagliata sul secondo palo e Crosilla colpisce di tacco stando con le spalle alla porta. Gran goal che il pubblico applaude. Tre a zero per il Tre Stelle.

Nove minuti dopo tiro di Raffin, il portiere non respinge, angolo. Ribattuta dal calcio d’angolo il Grifone perde il possesso palla, contropiede, taglio di Crosilla che scarica su Valoppi che serve a sua volta Ricci. Il Tre Stelle dilga 4-0.

Un minuto dopo Crosilla viene fermato a tu per tu con il portiere su un fuorigioco molto dubbio che potrebbe portare il Tre Stelle sul 5-0. Finisce così con quattro minuti di recupero.

LA FORZA DEL GRUPPO. I ragazzi di mister Martino Lerussi sembrano ormai aver dimenticato completamente il sapore amaro della sconfitta subita contro la pasianese nel derby della Lavia, superando di misura prima i Rangers e oggi con un risultato pesantissimo a danno dei ragazzi dell’Atletico Grifone.

Fuori dagli spogliatoi sono il capitano Luca Lirussi e il vice capitano Jacopo Ricci a rivelare quello che sembra essere il segreto di questa squadra, che è in assoluto la più giovane del campionato: la seconda migliore difesa (dopo quella della capolista Sedegliano) e un attacco in grado di segnare oltre quaranta goal tra le partite di coppa e quelle in campionato. “Il nostro segreto?”, spiegano i ragazzi, “la forza del gruppo che siamo riusciti a costruire. Una media d’età davvero bassissima e che si vinca o si perda alla fine i nostri dirigenti, quando torniamo alla sede di Basaldella, sono sempre in prima fila per organizzare feste e cene. Un gruppo di amici che si frequenta anche al di fuori del rettangolo di gioco. Immancabili gli appuntamenti del venerdì sera dopo l’allenamento dove si finisce a fare mattina in discoteca e la domenica pomeriggio dopo la partita. Il sabato sera? Niente vizi e a letto presto”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori