Home / Cronaca / Donatella Briosi preda di un’assurda follia

Donatella Briosi preda di un’assurda follia

Donatella Briosi preda di un’assurda follia

Il ricordo degli amici della vittima, uccisa dall'ex marito Giuliano Cattaruzzi, a Udine

Ha destato pronfondo cordoglio la morte di Donatella Briosi, 64 anni, uccisa dall'ex marito, l'architetto 80enne Giuliano Cattaruzzi, da tempo residente a Tenerife.

Briosi, molto conosciuta per la sua attività di sommelier, era originaria di Pescara.

“Una grande sommelier e una delle prime Donne del vino in Friuli”: così la ricorda Aurora Endrici, già presidente regionale dell’associazione al femminile, oggi impegnata in Trentino.

“Pur essendo abruzzese di nascita era da tantissimo tempo trapiantata in Friuli – continua Endrici – nell’attività di sommelier si è sempre spesa in prima linea. Riusciva a unire competenza ed eleganza, due doti che abbinate è raro trovare”.

"La Fondazione Italiana Sommelier siciliana si associa al dolore di amici e colleghi di Donatella Briosi - si legge sul profilo Facebook -, dolcissima sommelier friulana, scomparsa in circostanze tragiche. Ciao, Donatella, la tua gioia di vivere arriverà fin lassù, ne siamo certi".

"Amica cara,…preda di un’assurda follia - la ricorda un amico su Facebook -. Strappata alla vita…strappata alle Tue passioni, cui ti eri votata anima e corpo…strappata ai tuoi amici…è stato cancellato in un baleno il Tuo sorriso. Il Tuo ricordo sarà indelebile, nel nostro mondo; nel mondo del vino. Addio…vola in pace cara Amica".

"Sono sconvolta dalla notizia - scrive la consigliera del Comune di Udine, Cinzia Del Torre -. Un terribile omicidio e suicidio stamattina a Udine. Nella nostra bella città non si erano mai consumati simili #femminicidi, ma non esiste posto al mondo privo di forme di violenze sulle donne.

È sempre più incredibile che alcuni uomini non siano capaci di accettare la fine di un rapporto e considerino la propria compagna come una proprietà a cui non lasciare libertà di scelta e da portare con sè nella tomba. È un fatto tragico che fa tanta rabbia".

Articoli correlati
0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori