Home / Cronaca / Due agenti aggrediti nel carcere di Pordenone

Due agenti aggrediti nel carcere di Pordenone

L’allarme della Uil, che esprime solidarietà nei confronti dei colleghi feriti

Due agenti aggrediti nel carcere di Pordenone

Due agenti della Polizia penitenziaria sono stati aggrediti all’interno del carcere di Pordenone; sono dovuti ricorrere alle cure sanitarie all’ospedale Civile con prognosi di 10 e 5 giorni, salvo complicazioni. A denunciarlo è Leonardo Angiulli, segretario generale della Uil - Polizia Penitenziaria del Triveneto. “Purtroppo, ancora una volta, siamo costretti a registrare aggressioni contro il personale di Polizia. Ribadiamo - continua Angiulli - la nostra grande preoccupazione per lo scenario di violenza nel quale ultimamente si trovano a operare gli agenti. Purtroppo in tutto il Triveneto gli eventi critici e i casi di aggressione sono in aumento”.

“Il responsabile dell’aggressione è un africano di 21 anni, con regolare permesso di soggiorno già noto alle forze di Polizia per fatti analoghi. Gli inquirenti hanno proceduto all’arresto per resistenza e danneggiamenti. Nella maggior parte dei casi, si tratta di detenuti affetti da patologie particolari che dovrebbero essere associati in reparti ospedalieri e seguiti da personale sanitario specializzato medico e paramedico”, continua Angiulli.

“E' ora che la classe politica e i vertici istituzionali prendano piena contezza della grave situazione che investe gli istituti penitenziari. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai colleghi feriti, augurandogli una pronta guarigione”, conclude Angiulli.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori