Home / Cronaca / Il circolo PD di Ronchi: "abbiamo sostenuto Fontanot per anni"

Il circolo PD di Ronchi: "abbiamo sostenuto Fontanot per anni"

Il segretario Miniussi: "si toglie il rosso e si tinge di nero"

Il circolo PD di Ronchi:

Dopo l'iscrizione dell'ex sindaco ronchese, Roberto Fontanot, ad Autonomia Responsabile, lasciando di fatto, dopo anni da militante, il Partito Democratico, la risposta dello stesso PD non ha tardato ad arrivare. E, a firma del segretario del circolo ronchese, Franco Miniussi, è stato emanato ieri un comunicato contenente dure parole di critica nei confronti dell'ex primo cittadino che ha guidato il comune per ben dieci anni, va ricordato, con giunte di centrosinistra.
“Fontanot è stato prima fondatore e poi dirigente e Sindaco del PD, partito che gli ha sempre dato un fondamentale sostegno politico, amministrativo e finanziario a livello regionale e locale" sono le prime parole. "Alle ultime elezioni comunali", continua Miniussi, "ha ingannato gli elettori per farsi nominare assessore nella giunta di centrodestra e rimanere imbullonato a una poltrona di potere".
Azione che, a detta del circolo ronchese, ha il "solo scopo di candidarsi, in alleanza con la Lega Nord e gli eredi del fascismo, alle competizioni regionali del 2018".
Miniussi affonda e ricorda anche come "aveva già perseguito questo obiettivo senza successo con Sinistra Ecologia e Libertà quando, nel 2014, tolse la cittadinanza onoraria a Mussolini per realizzare 'qualcosa di sinistra' e ingraziarsi i massimi dirigenti dell’allora partito di Nicky Vendola e competere, a tempo debito, nelle loro liste regionali.
Il comunicato si conclude con dure prole politiche: "abbandona il rosso e si tinge di nero, recitando l’ennesima puntata di una commedia personale che, se non fosse politicamente disgustosa, farebbe finanche ridere”.

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori