Home / Cronaca / Molesta per mesi una donna: intervengono i Carabinieri

Molesta per mesi una donna: intervengono i Carabinieri

Per un 29enne di Brugnera è scattato un ordine di restrizione per stalking nei confronti di una 30enne, moglie e madre, con la quale voleva iniziare una relazione

Molesta per mesi una donna: intervengono i Carabinieri

Ossessionava una ragazza al punto tale che sono intervenute le Forze dell’ordine con un provvedimento restrittivo. I Carabinieri di Prata di Pordenone hanno applicato un 'divieto di avvicinamento' emesso dal gip del tribunale di Pordenone, Rodolfo Piccin, nei confronti di un 29enne di Brugnera, nullafacente e pluripregiudicato. All’uomo è stato imposto il divieto di avvicinarsi a meno di 300 metri a una coetanea di Prata, operaia, e ai suoi luoghi di lavoro. Inoltre, non dovrà assolutamente cercare contatti telefonici o con qualsiasi altro mezzo con lei e suoi familiari.

La vicenda pordenonese di stalking comincia a inizio di dicembre quando la 30enne, moglie e madre, si accorge di essere seguita da uno sconosciuto che la cerca sul lavoro, la pedìna, le recapita dei fiori. Il molestatore, evidentemente, conosce tutti i luoghi da lei frequentati e sfacciatamente insiste per convincerla ad allacciare una relazione che non viene categoricamente rifiutata. L’uomo riesce a farle avere il numero di cellulare e lei fa l’errore di ricontattarlo, pregandolo di smetterla di perseguitarla.

Così inizia l’incubo: si susseguono telefonate e sms ininterrottamente e a ogni ora, al punto da costringerla a cambiare numero. Lo stalker le fa trovare delle scritte con apprezzamenti sui muri vicino al lavoro o dove lei parcheggia l’auto.

La donna inizia ad avere paura: in seguito alle continue minacce e molestie, viene colpita dall’ansia, teme per la propria incolumità e per quella dei suoi cari, ed è costretta ad alterare e modificare le proprie abitudini, rinunciando a svolgere una vita normale. Il molestatore è irremovibile e vuole imporle con insistenza di accettare la relazione sentimentale.

A fine dicembre, terrorizzata, la giovane finalmente si rivolge ai Carabinieri che convocano l’uomo, denunciandolo. Il provvedimento non cambia la sua condotta: il 29enne continua a stalkerare la sua 'preda'. Così, il pm Andrea Del Missier ha chiesto e ottenuto dal Gip il provvedimento cautelare, eseguito ieri sera dai militari. In caso di violazioni, per lo stalker potrebbero aprirsi le porte del carcere.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori