Home / Cronaca / Picchia e minaccia l'ex moglie: una storia di violenza

Picchia e minaccia l'ex moglie: una storia di violenza

Un 25enne richiedente asilo non potrà avvicinarsi alle giovane consorte nè al nuovo compagno di lei. Aveva assoldato un gruppo di connazionali per rapirla

Picchia e minaccia l\u0027ex moglie: una storia di violenza

Non potrà avvicinarsi alla moglie 19enne a causa delle continue violenze di cui si è macchiato, nè al nuovo compagno della donna, nemmeno tramite terzi. Protagonista dell'ennesimo caso di maltrattamenti in famiglia è un 25enne richiedente asilo di origini irachene denunciato dalla Procura di Trieste.

E' proprio al periodo trascorso in Belgio che risalgono i primi episodi di violenza contro la giovane consorte. Le indagini hanno ricostruito una lunga serie di violenze e vessazioni, risalenti al 2016. Violenze sia fisiche sia verbali, secondo quanto emerso dalle indagini, che si sono intensificate nel tempo. La giovane sarebbe stata picchiata con pugni alla testa e sulla schiena. Il marito avrebbe anche provocato la frattura delle dita di una mano calpestandola. Pugni e botte così forti da farle perdere i sensi, ma anche morsi.

Violenze che hanno spinto la giovane ad allontanarsi dal marito. Scelta che ha scatenato il 25enne che la minacciava e assillava con presanti richieste di tornare da lui. Non pago, il giovane iracheno avrebbe contattato dei connazionali per poi minacciare con un coltello la ragazza e un uomo che frequentava la 19enne. Pur di mettere nei guai la donna, il richiedente silo avrebbe nascosto della droga nella borsa della moglie per farla arrestare. Pochi giorni fa un altro grave episodio. La 19enne e il suo nuovo fidanzato sono stati accerchiati da alcuni cittadini iracheni assoldati dal 25enne e minacciati. I due avrebbero dovuto interrompere la loro storia altrimenti il gruppo di amici del marito avrebbe rapito la giovane moglie.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori