Home / Cronaca / Rapporti freddi in famiglia. E l’ombra di una setta

Rapporti freddi in famiglia. E l’ombra di una setta

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire cosa sia scattato nella mente di Mattia Del Zotto, accusato di aver compiuto una strage con il solfato di tallio

Rapporti freddi in famiglia. E l’ombra di una setta

Avrebbe organizzato, studiandola nei minimi dettagli, una vera e propria strage, con l’obiettivo di sterminare la sua famiglia grazie al solfato di tallio. Ma cosa è scattato nella mente di Mattia Del Zotto, il 27enne di Nova Milanese accusato dell’omicidio premeditato dei nonni paterni, Giovanni Battista e Maria Gioia Pittana, e della zia Patrizia, e del tentato omicidio di altre cinque persone? E’ questo che gli inquirenti stanno cercando di capire.

Il giovane, che al momento dell’arresto ha dichiarato di aver agito contro i parenti perché “erano persone impure” e di non voler collaborare con le Forze dell'ordine, era stato ascoltato un mese fa, durante le indagini.

Agli investigatori aveva detto di aver avviato un percorso di conversione alla fede ebraica. E di non avere rapporti con i nonni, anche se quelli materni - Alessio Palma e Maria Lina Pedon, le ultime due persone contagiante dal tallio – ogni tanto frequentavano la casa dei genitori, dove anche il giovane viveva. “Non devo provare affetto per loro solo perché siamo parenti”, avrebbe aggiunto.

Molto preoccupante, invece, la sua possibile conversione. La madre Cristina temeva che avesse aderito a una setta, chiamata 'Concilio Vaticano II’. Da qualche mese, Mattia aveva assunto atteggiamenti strani, anche nei confronti del cibo, eliminando completamente dolci e alcolici. Il padre Domenico, agli inquirenti ha detto che si erano rivolti a una cromoterapeuta, nella speranza che potesse aiutare il figlio a uscire dall’isolamento nel quale si era rifugiato. Da qualche tempo, infatti, non frequentava più gli amici e non andava in palestra. Non usciva dalla sua stanza e trascorreva la maggior parte del tempo al computer. Non aveva partecipato nemmeno ai funerali dei nonni. E, probabilmente, stava pensando di colpire anche i genitori.

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori