Home / Cronaca / Servizi sperimentali bici più autobus fino a settembre

Servizi sperimentali bici più autobus fino a settembre

Collegheranno Grado e Lignano, un anello tra Tolmezzo Resiutta, Venzone e il capoluogo della Carnia, e Maniago con Gemona

Servizi sperimentali bici più autobus fino a settembre

Tre servizi sperimentali bici più autobus saranno attivi dal 14 luglio al 9 settembre, il sabato e i giorni festivi, nell'ambito del Trasporto pubblico locale (Tpl). Collegheranno Grado e Lignano, un anello tra Tolmezzo Resiutta, Venzone e il capoluogo della Carnia, e Maniago con Gemona. Il trasporto delle biciclette su apposito carrello trainato dal bus sarà gratuito.

Lo annuncia l'assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, evidenziando che tali servizi si aggiungeranno a quelli già attivati negli anni scorsi, sviluppati sulla direttrice Udine-Grado e tra Gorizia e Grado, che saranno riproposti anche nel 2018.

Come anticipa Pizzimenti, ciò consentirà ai molti utilizzatori della rete di ciclovie regionali di disporre di ulteriori servizi di trasporto pubblico locale dotati di carrello portabici, in connessione con alcuni tra i più significativi percorsi ciclabili del Friuli Venezia Giulia.

Si tratta, secondo l'assessore "di potenziare ulteriormente la rete dei servizi del trasporto pubblico locale, sia per la connessione del territorio, che a sostegno della fruizione e della promozione dello stesso territorio e del sistema turistico".

"Un'iniziativa di particolare significato - afferma Pizzimenti - che attiene a uno dei temi prioritari che saranno sviluppati dal futuro gestore dei servizi di Tpl su bacino unico regionale, com'è previsto dalla gara già bandita dalla Regione".

"Una sperimentazione - prosegue - in attesa dell'avvio, previsto per il prossimo anno, di nuovi servizi che punteranno a sviluppare ulteriormente il tema bici più bus".

"Un segmento - puntualizza l'assessore - al quale la Regione guarda con grande interesse, vista la crescita costante dei frequentatori delle ciclovie regionali e dei viaggiatori con bici al seguito sui servizi Tpl finora attivati; in particolare, sulla direttrice della Ciclovia di Alpe Adria, in questo caso valorizzata anche grazie all'importante investimento dell'Amministrazione regionale sui nuovi treni".

Per illustrare i nuovi servizi sperimentali, è stato realizzato un depliant informativo, in collaborazione con PromoturismoFVG e con tutti i gestori dei servizi Tpl, che avrà ampia diffusione. I servizi, bici più bus, attivati nell'ambito di alcuni progetti di cooperazione territoriale nell'ambito del programma Interreg 2014-2020 interesseranno la tratta Grado-Lignano e ritorno, gestito SAF Autoservizi F.V.G. spa, con fermate ad Aquileia, Cervignano, San Giorgio di Nogaro, Marano Lagunare, Latisana: questo percorso consentirà, tra l'altro, l'interscambio con i servizi ferroviari treno più bici da e per Verona, ma anche con alcuni dei collegamenti barca più bici, da Marano Lagunare; l'anello stradale tra Tolmezzo-Resiutta-Carnia, Venzone, Carnia-Tolmezzo, sempre gestito dalla SAF; la tratta da Maniago e Gemona e ritorno, gestito dalla società ATAP spa, in connessione tra le ciclovie FVG1 (Adriabike) e FVG3 (la Pedemontana e del Collio) e con possibilità di interscambio con i servizi ferroviari.

Sempre in via sperimentale, sono altresì previsti: il prolungamento di una corsa pomeridiana del servizio bici più bus Grado-Udine, fino a Cividale del Friuli; e una corsa bici più bus tra Cividale e Udine, che consenta il rientro a Udine o di usufruire dei treni in partenza dal capoluogo udinese per i ciclisti, singoli o in gruppi, in visita al capoluogo delle Valli del Natisone e alle sue vallate, integrando così le possibilità già offerte dalla ferrovia Udine-Cividale.

Va specificato che i nuovi servizi bici più bus offrono una capacità costante del trasporto biciclette che varia dalle cinque bici sui treni della Udine-Cividale, alle sette della Sacile-Maniago, alle trenta sui treni tra Trieste e Tarvisio a cura di Trenitalia, alle centocinquanta bici sui treni Mi.Co.Tra. che svolgono un servizio diretto tra Trieste e Villaco, via Cervignano del Friuli/Udine, e sono gestiti dalla società regionale delle Ferrovie Udine Cividale con la collaborazione con la compagnia nazionale austriaca OBB.

Sui servizi imbarcazione più bici, sulle tratte Trieste-Grado, gestito dall'APT spa, Marano-Lignano, gestito dalla SAF, e Lignano-Bibione, la capacità di trasporto varia da sei a dieci biciclette.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori