Home / Cronaca / Tragedia a Genova: crolla il ponte sulla A10: salgono a 35 i morti. Friuli Venezia Giulia "pronto a fare la sua parte"

Tragedia a Genova: crolla il ponte sulla A10: salgono a 35 i morti. Friuli Venezia Giulia "pronto a fare la sua parte"

Il cordoglio del presidente Fvg Fedriga: "Il primo pensiero alle famiglie di chi ha perso la vita e la vicinanza ai soccorritori". Riccardi in contatto diretto con il Capo Dipartimento nazionale della Protezione civile

Tragedia a Genova: crolla il ponte sulla A10: salgono a 35 i morti. Friuli Venezia Giulia

Tragedia a Genova, dove poco dopo le 11.30 di oggi, martedì 14 agosto, è crollata una parte del ponte autostradale Morandi sulla A10, un'opera lunga un chilometro e inaugurata nel 1967.
Il crollo ha inghiottito auto e camion in transito, facendoli precipitare nel torrente Polcevera, schiacciati tra le macerie del manufatto in cemento.
Il bilancio non è ancora ufficiale, ma i volontari e i tecnici intervenuti sul posto e che stanno operando in queste ore alla disperata ricerca di feriti, parlano di 35 morti, intrappolati nei mezzi, tra cui un bambino. Alcuni mezzi pesanti sono finiti nel torrente, un volo di oltre 100 metri che non ha lasciato scampo. Sono cinque i feriti in gravi condizioni.

Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha detto che dopo il crollo è stata subito "attivata la macchina dei soccorosi che vede al lavoro i vigili del fuoco. E' stato convocato il Comitato operativo che è operativo dalle 14. Al momento il bilancio è di 20 morti e 13 feriti di dui 5 in gravi condizioni. Ora si sta coordiando l'attività di soccorso alle persone e ai viaggiatori che erano poresenti sulle vetture e sui camion. Infine, si sta valutando il tema della viabilità alternativa per i prossimi giorni".

Sono state evacuate anche alcune abitazioni vicine alla zona del crollo, una sarebbe anche stata interessata da un incendio. Secondo le testimonianze di alcuni automobilisti scampati alla tragedia, il ponte sarebbe stato colpito da un fulmine, ma in molti sui social denunciano le cattive condizioni in cui versava la struttura, in particolare la parte che ha ceduto.

Al lavoro oltre 200 vigili del fuoco di Genova e della Liguria.

In relazione al crollo di parte del viadotto Polcevera sull'A10, Autostrade per l'Italia comunica che sulla struttura - risalente agli anni ‘60 - erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione.
I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova. Le cause del crollo saranno oggetto di approfondita analisi non appena sarà possibile accedere in sicurezza ai luoghi.

Convocato il Comitato operativo di Protezione Civile
Il Capo della Protezione Civile Borrelli ha convocato il Comitato Operativo, alle 14 a Roma, per coordinare interventi d'emergenza a seguito del crollo del Ponte Morandi. Il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte seguirà i lavori in collegamento telefonico.

Un viadotto inaugurato da Saragat nel 1967
Progettato dall'ingegnere Riccardo Morandi, il viadotto fu costruito tra il 1963 e il 1967 dalla Società Italiana per Condotte d'Acqua. È noto come "Ponte delle Condotte" dalla società che lo costruì, ma anche "Ponte di Brooklyn" per una forma che richiama molto vagamente il celebre ponte americano. Ha una lunghezza di 1.182 metri, un'altezza al piano stradale di 45 metri e 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza; la luce massima è di 210 metri. Venne edificato con una struttura mista: cemento armato precompresso per l'impalcato e cemento armato ordinario per le torri e le pile. Il ponte venne inaugurato il 4 settembre 1967 alla presenza del Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat.

Il cordoglio del presidente del Fvg Fedriga: "Friuli Venezia Giulia pronto a dare una mano"
"Una tragedia che sconvolge, il primo pensiero alle famiglie di chi ha perso la vita e la vicinanza ai soccorritori al lavoro in queste ore: il Friuli Venezia Giulia è pronto a fare la sua parte".
Lo ha affermato il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga dopo aver appreso del crollo di parte del viadotto Morandi sull'autostrada genovese A10.

Fedriga, che ha sentito il collega della Regione Liguria Giovanni Toti, ha voluto testimoniare la vicinanza e ha assicurato la massima collaborazione.

Il vicepresidente con delega alla Protezione Civile Riccardo Riccardi è in contatto diretto con il Capo Dipartimento nazionale della Protezione civile. "Stiamo seguendo l'evolversi della situazione e i volontari del Friuli Venezia Giulia sono pronti a dare il loro contributo in caso di bisogno", ha fatto sapere Riccardi.

Il Ministro degli Interni Matteo Salvini: "Stiamo seguendo minuto per minuto la situazione del crollo del ponte di Genova, ringrazio fin da ora i 200 Vigili del Fuoco (e tutti gli altri eroi) che stanno già adesso lavorando per salvare vite".

Il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha pubblicato un posto: "Sto seguendo con la massima apprensione ciò che è accaduto a #Genova e che si profila come immane tragedia. Siamo in stretto contatto con Autostrade e stiamo andando sul luogo con il viceministro Rixi. La mia totale vicinanza in queste ore alla città".

"Con i soccorritori sul luogo del crollo del Ponte - twitta Edoardo Rixi -. Uno scenario drammatico. Il mio ringraziamento va alle forze dell'ordine, ai Vigili del fuoco, Polizia municipale, Protezione civile e a tutte le persone impegnate a prestare aiuto alla città e alle persone coinvolte".

L'ex premier Paolo Gentiloni scrive: "Minuto per minuto di fronte alle immagini terribili di una tragedia. L’Italia intera si stringe attorno alle persone e alle famiglie coinvolte".


Inevitabili le ripercussioni sulla viabilità.

In autostrada
A10 Genova-Savona: tratto chiuso tra Bivio A7 Serravalle Genova e Genova Aeroporto - Aggiornato al 14/08/2018 ore 13:55
Sull' A10 Genova-Savona, tra il bivio per l' A7 Milano-Genova e Genova Aeroporto, in entrambe le direzioni, si è resa necessaria la chiusura del tratto.
Per l'uscita obbligatoria a Genova Aeroporto si sono formate code verso Genova a partire da Genova Pegli.
Chi da Savona è diretto a Genova può utilizzare l'A26 Genova-Gravellona Toce, poi la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 verso Genova;
Chi da Livorno è diretto a Savona, utilizzare l'A7 Milano Genova, seguire le indicazioni per la Diramazione Predosa-Bettole e poi prendere la A26 verso Genova e proseguire per Savona.
Non si consiglia di percorrere le autostrade nella zona di Genova.

In treno: circolazione sospesa
Dalle 11.40 il traffico ferroviario nel nodo di Genova è sospeso per il crollo del ponte autostradale Morandi fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena. Trenitalia informa che è in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale con cancellazioni, limitazioni e variazioni di percorso.
Ponte Morandi, il ponte dell'autostrada A10 che collega Genova al suo ponente cittadino e poi a Savona e Ventimiglia è crollato questa mattina. A causa di un cedimento strutturale un tratto del viadotto si è abbattuto sull’abitato sottostante.

Il 118 ha dirottato tutte le ambulanze disponibili. “La dimensione è epocale, decine di morti tra chi è precipitato dal viadotto chi è rimasto incastrato sotto le macerie. I vigili del fuoco insieme ai sanitari stanno tirando fuori i pazienti, qualcuno è già arrivato negli ospedali di Genova. Abbiamo l’appoggio pieno di Lombardia e Piemonte, tutti gli ospedali sono a disposizione. Siamo lavorando ma in questo momento non abbiamo ancora la dimensione piena del problema”. Ha detto all’Adnkronos Francesco Bermano, direttore del 118 di Genova.

Sul ponte, costruito negli anni 60' erano in corso lavori di consolidamento. Al momento del crollo era in corso un forte temporale sulla città.

Aggiornamento ore 13.45
Nodo di Genova: riprende molto rallentata la circolazione su alcune linee dopo crollo ponte autostradale fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena
Linea Genova – Savona – Ventimiglia: circolazione riattivata.
Linea Genova Piazza Principe – Arquata Scrivia (direzioni Torino e Milano): circolazione riattivata con rallentamenti e alcune cancellazioni di treni regionali.
Linea Ovada – Genova Piazza Principe: circolazione ancora sospesa fra Genova Borzoli e Genova Piazza Principe.
Ore 11.40
Dalle 11.40 il traffico ferroviario nel nodo di Genova è sospeso per il crollo del ponte autostradale Morandi fra Genova Rivarolo e Genova Sampierdarena.
Trenitalia informa che è in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale con cancellazioni, limitazioni e variazioni di percorso.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori