Home / Cronaca / Troppe donne all’autoporto: a Gorizia scattano le quote ‘azzurre’

Troppe donne all’autoporto: a Gorizia scattano le quote ‘azzurre’

Il Governo impone almeno una presenza maschile nell’organigramma della Sdag

Troppe donne all’autoporto: a Gorizia scattano le quote ‘azzurre’

Le pari opportunità? Valgono anche al maschile. A ricordarlo è il caso dell’autoporto di Gorizia, dove è scattata una corsa alle ‘quote azzurre’. Nella fase di rinnovo del Collegio sindacale della Sdag (della quale il Comune è socio unico), infatti, sono state nominate tre componenti, tutte donne, ovvero Vilma Clemente, Rita Burelli e Roberta De Leonardis. Agli uomini - Silvano Galeotto e Bruno Gomiscech - sono rimasti solo ruoli di ‘supplenti’.

Una disparità che è finita sotto la lente del Governo che, tramite il Dipartimento per le Pari opportunità, ha diffidato l’amministrazione comunale, imponendo la nomina d’ufficio di almeno un rappresentante maschile.

Una richiesta accolta con stupore e una punta d’ilarità dal Sindaco Rodolfo Ziberna. Il primo cittadino è pronto a ‘rimediare’, sottolineando però la curiosa presa di posizione contro la Sdag, soprattutto in un periodo in cui si tenta d’incentivare l'accesso delle donne nei vari livelli della pubblica amministrazione.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori