Home / Cronaca / Vogliamo la verità per Giulio Regeni

Vogliamo la verità per Giulio Regeni

La nostra testata risponde all’appello della sorella del ricercatore friulano perché sia fatta luce sulla vicenda

Vogliamo la verità per Giulio Regeni

Non permettere che l'omicidio di Giulio Regeni venga dimenticato o che sulla morte del giovane ricercatore friulano sia fornita una ‘versione di comodo’. Per questo, anche la nostra testata aderisce alla campagna di Amnesty International ‘Verità per Giulio Regeni’, rispondendo all’appello lanciato in queste ore dalla sorella Irene e dai genitori Claudio e Paola.

Il tragico omicidio di Giulio, torturato al Cairo, deve avere una risposta. Deve avere un colpevole. Per questo motivo, continueremo a tenere alta l’attenzione sulla vicenda e a raccontarvi quanto trapela dall'Egitto, nella speranza che le indagini  – comprese quelle condotte direttamente dagli inquirenti italiani – possano portare alla verità.

Per questo, abbiamo esposto nella nostra sede - in piazza I Maggio a Udine - lo striscione, volendo così esprimere la nostra vicinanza alla famiglia di Giulio e alla comunità di Fiumicello, ma anche il nostro personale impegno perché su questa orribile storia non siano spenti i riflettori. Almeno non prima che sia ufficialmente fatta giustizia.

Articoli correlati
6 Commenti
bozzi

bastaaaaaaaaaa

bozzi

mi dispiace per lui ma se l'è cercata.quando vai in mussulmania sai cosa rischi

Il Friuli

Grazie a lei, Andrea. Mi sembra un'ottima idea!
I materiali - quelli ufficiali della campagna lanciata da Amnesty International - sono scaricabili da questo link:
http://www.amnesty.it/egitto-Verita-per-Giulio-Regeni
Buona serata!

Tecnico

Pregherei la direzione di "IL FRIULI) di caricare un file da poter noi utenti scaricare con la scritta: VERITA' PER GIULIO REGENI " cosi lo mettiamo sui parabrezza posteriore delle auto x tutto il Friuli.
Sicuro di un Vostro interessamento
Grazie Andrea

vraie55

Per me lo scopo del delitto potrebbe essere stato quello di ledere le buone relazioni Egitto-Italia per mandarci isolatamente in guerra contro la Libia (e contro i nostri interessi strategici, visto che al momento a "spillare" petrolio in Libia mi risulta sia principalmente o solo l'Eni) .. a favore degli altri "alleati" (che già hanno compiuto operazioni "coperte" aventi lo scopo di gettare le basi del futuro "governo" libico .. ma franco-anglo-americano).

luca-DUCK

Nulla giova! La verità c'è chi la sa benissimo e questi sono gli autori dell'omicidio. Siccome la verità ufficiale nessuno la compra rimarrà secondo me una verità non ufficiale.
La guerra è guerra e purtroppo piccole o grandi le guerre ci sono. Ricordiamoci delle guerre tra Venezia e i turchi e della nostra storia. A quei tempi i prigionieri cristiani li squartavano o commetevano di quelle atrocità inaudite.
La vergogna più grande è che nonostante tutto si faceva comunque sempre commercio nonostante le guerre e c'erano sempre interessi economici di mezzo.
Questo povero ragazzo come si sa era dalla parte dei più deboli.

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori