Home / Cultura / 'Ruins', una mostra al Castello di Duino sulla sorte dell'uomo

'Ruins', una mostra al Castello di Duino sulla sorte dell'uomo

Inaugurazione il 6 luglio a conclusione della stagione di 2018 per Iodeposito

'Ruins', una mostra al Castello di Duino sulla sorte dell'uomo

Aprirà i battenti venerdì 6 luglio la mostra ‘Ruins’, ospitata presso la torre del Castello di Duino e che chiude la stagione 2018 del festival B#side war. Punto focale dell’esposizione il raccontare le atrocità di un secolo che ne ha passate tante: il Novecento. L'incessante oscillare della lancetta d'orologio tra due punti fissi, fotografie sbiadite – ritratti di famiglia con i volti cancellati e abrasi-, vasi segnati da crepe, teschi, cenere e fiamme, impronte di ciò che eravamo: sono questi gli elementi che grazie al lavoro degli artisti Boris Beja, Claudio Beorchia, Lorenzo Bordonaro, Silvia Cavallari, Cosima Montavoci, Angela Alexander-Lloyd, Stelios Manganis, Nathalie Vanheule permettono al visitatore di interrogarsi sull'impermanenza, la fragilità e la decadenza, nella cornice suggestiva del Castello di Duino: alla grandezza e al lusso di questo castello, oggi museo, è infatti contrapposta la vista delle rovine del Castelvecchio che sorge sulla vicina rupe. Costruire un nuovo castello accanto al vecchio, come per ricordare all'osservatore la sorte dell'uomo e del suo operato, è un memento che definisce la Stimmung emanata da questa fortezza, percepita anche dagli artisti che vi risiedettero (sarà proprio qui, nel 1912, alle soglie della Grande guerra, che Reiner Maria Rilke troverà l'ispirazione per le sue Duineser Elegien, ciclo caratterizzato dal tema dell’inconsistenza della vita umana). La mostra sarà visitabile dal presso il Castello di Duino, dal 6 luglio al 5 agosto 2018, dalle ore 9.30 alle 17.30, informazioni sul biglietto d’ingresso su www.castellodiduino.it / 040 208120. Inaugurazione con gli artisti: venerdì 6 luglio, ore 11.00. Per questa occasione speciale, l’organizzazione offrirà il biglietto di ingresso ai propri ospiti: dato il numero limitato di ingressi, la prenotazione è obbligatoria (scrivere a: info@iodeposito.org / www.bsidewar.org +39 375 5532009)

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori