Home / Cultura / 'Tutta la vita che vuoi' agli Incontri con l'autore e con il vino

'Tutta la vita che vuoi' agli Incontri con l'autore e con il vino

'Tutta la vita che vuoi' agli Incontri con l'autore e con il vino

Giovedì 9 al PalaPineta Enrico Galiano presenterà il suo ultimo libro

Il suo esordio letterario, Eppure cadiamo felici, è stato il libro rivelazione del 2017, presto diventerà un film e l’autore continua a essere un insegnante “celebrità” sulla rete. E giovedì 9 agosto, Enrico Galiano sarà alle 18.30 al Palapineta per la rassegna “Incontri con l’autore e con il vino” per presentare – intervistato dalla giornalista Elisabetta PozzettoTutta la vita che vuoi, il suo nuovo romanzo edito da Garzanti.

Tre ragazzi. Ventiquattr’ore. Una macchina rubata. Una fuga. Una promessa. Perché ci sono attimi che contengono la forza di una vita intera. Così intensi da sembrare infiniti. È un susseguirsi di quei momenti che Filippo Maria vive il giorno in cui, per la prima volta, riesce a rispondere a tono al professore di fisica che lo umilia da sempre. Appena fuggito da scuola vuole solo raggiungere Giorgio, il suo migliore amico che, immobile di fronte a una chiesa, si chiede perché non sia ancora riuscito a piangere al funerale del fratello. Poco dopo incontrano una ragazza che corre a perdifiato: è Clo. Basta uno scambio di sguardi e i tre si capiscono, si riconoscono, si scelgono. La voglia di vivere e di cambiare che hanno dentro è palpabile, impressa nei loro volti. Si scambiano una promessa: ognuno di loro farà quell’unica fondamentale cosa che, di lì a vent’anni, si pentirebbe di non aver fatto.

Anzi, lo faranno insieme: Clo sa come aiutarli. Basta scrivere su un biglietto cosa li renderebbe felici. Lei ne ha uno zaino pieno, di motivi per cui vale la pena vivere: le nuvole quando sembrano panna o l’odore della carta di un libro... Ora spetta a Giorgio e Filippo trovare il loro motivo speciale per cominciare a vivere senza forse, senza dubbi, senza incertezze. Ma non sempre chi ci è accanto è sincero del tutto. Clo non riesce a condividere con loro la sua più grande speranza per il futuro. Perché a diciassette anni è difficile lasciarsi guardare dentro e credere che esista qualcuno pronto ad ascoltare i segreti che non siamo pronti a rivelare. Per farlo non bisogna temere che la felicità arrivi per davvero e afferrarla.

Com’è d’uso nella rassegna letteraria di Lignano, all’appuntamento il dialogo si abbinerà a una cantina del territorio: giovedì 9 agosto De Lorenzi Vini di Pravisdomini proporrà in degustazione un vino dal profumo delicatamente floreale ma con un sapore pieno con retrogusto di mandorla amara, il Friulano Doc Friuli Grave 2017.

Gli Incontri con l’autore e con il vino sono organizzati dall’Associazione Culturale Lignano nel Terzo Millennio e curati da Alberto Garlini e Giovanni Munisso; la manifestazione e le iniziative collegate hanno il sostegno di Città di Lignano Sabbiadoro Assessorato alla Cultura ed Ersa - Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, Regione, Banca di Cividale Scpa, Società Lignano Pineta, Porto turistico Marina UnoResort, Hotel Ristorante President Lignano, FrigoMEC, Marina Punta Verde, Ma.In.Cart., Nuova Saldotermica, VDE Viol, Dersut Caffè, Dante Nosella, O.T. Ombrellificio Toscano, Prestige - Defense & Security,Panificio Pasticceria Gobatto, Koki, Lignano Banda Larga, Acqua Pradis, Legnolandia, Viva Radio, Consorzio Doc Fvg.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori