Home / Cultura / Da Gemona il thriller "Fiori sopra l'inferno"

Da Gemona il thriller "Fiori sopra l'inferno"

Da Gemona il thriller  Fiori sopra l\u0027inferno

Giovedì 18 gennaio Ilaria Tuti incontrerà il pubblico alla Libreria Moderna Udinese

Nel panorama nazionale, dove il dominio è per tradizione maschile, una donna scrittrice di thriller ad alta tensione mancava. Ilaria Tuti, nata a Gemona e residente in Friuli, è l'autrice del thriller "Fiori sopra l'inferno" (Longanesi, 2018) in uscita oggi, giovedì 4 gennaio, in tutte le librerie e che già si preannuncia uno degli esordi dell'anno. Ambientato in luoghi dai nomi di fantasia ma riconoscibili per chi conosce la nostra terra, il romanzo ha colpito nel segno alla Fiera di Francoforte e sarà pubblicato in una ventina di Paesi, tra cui Inghilterra, Francia, Spagna e Germania.
Per conoscere Ilaria Tuti e scoprire quali sono i luoghi e i paesaggi reali che hanno ispirato il romanzo, l'appuntamento è alla Libreria Moderna Udinese, giovedì 18 gennaio.

Tutto comincia da una delle tante leggende che, come spiega nel romanzo, "si addicono solo ai bambini e ai vecchi malinconici," ma che spesso celano verità che fanno paura e che danno vita a veri e propri mostri. E quei mostri sembrano prendere vita quando tra i sentieri ghiacciati di un paese di montagna al confine con l'Austria viene trovato un cadavere.
"Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura".

Come l'autrice, è una donna la protagonista di Fiori sopra l'inferno, un personaggio ricco di sfumature dal carattere difficile, ma fortemente determinata a trovare ciò che cerca, la verità, lasciandosi guidare dall'istinto e dalla ragione.

Ilaria Tuti, che nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica e con il racconto Krampus, ambientato a Tarvisio, il Premio Algernon Blackwood, ha dato alla luce un thriller suggestivo ed evocativo, specie per chi la montagna friulana la conosce, la vive, la ama o, perché no, la teme.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori