Home / Cultura / Le foto di Luca Alfonso d'Agostino si fondono con la poesia

Le foto di Luca Alfonso d'Agostino si fondono con la poesia

L'obiettivo si spinge fino all'India per rendere onore alle 'periferie dell'esistenza'. A Ronchi in mostra fino al 31 luglio

Le foto di Luca Alfonso d\u0027Agostino si fondono con la poesia

Durerà fino al 31 luglio la mostra fotografica di Luca Alfonso d'Agostino, allestita nella sede dell'associazione 'Leali delle Notizie' in piazzetta Francesco Giuseppe I, a Ronchi dei Legionari.
Intitolata 'Una Goccia di Splendore. Gli Ultimi da padre David Maria Turoldo a Fabrizio de André', l'esposizione costituisce un’esperienza immersiva nel mondo delle 'periferie dell'esistenza' e il percorso fotografico guida gli spettatori nella riscoperta dei 'nuovi marginali', in un continuo dialogo con le vicende e le tematiche del poeta e religioso friulano, portavoce degli oppressi, anche di quelli più lontani.

La mostra si articola in un reportage in Giamaica, uno sui lebbrosari indiani, uno sui luoghi in cui operò Suor Amelia Cimolino, che spese tutta la vita fra Birmania e India a difesa dei dimenticati, e una selezione di ritratti di chi dedicò loro la propria poetica o la propria esistenza come don Andrea Gallo, Fabrizio De André, Pierluigi Di Piazza, Moni Ovadia, Luigi Ciotti, gli stessi collaboratori di David Maria Turoldo, i premi Nobel Rigoberta Menchù e Shirin Ebadi. Tutte le immagini sono accompagnate da brevi testi, pensieri o poesie, di autori come Pierluigi Cappello, Nicola Borgo, Fabio Turchini, Fondazione Fabrizio De André Onlus, Pierluigi Di Piazza, Espedito D’Agostini, Francesco Geremia, Danilo De Marco, Marina Marcolini, Giuseppe Mariuz ed alcune citazioni di David Maria Turoldo e Gianfranco Ravasi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori