Home / Cultura / Un 'albero capovolto' in biblioteca

Un 'albero capovolto' in biblioteca

Un 'albero capovolto' in biblioteca

Alla ‘Joppi’ di Udine, Stefano Montello presenta il suo ultimo lavoro, un saggio-romanzo sulla sua esperienza di lavoro in una fattoria sociale

Contadino 'sociale' e musicista, Stefano Montello è fondatore del gruppo friulano FLK (già Mitili FLK), coi quali ha inciso una decina di album (l’ultimo è dedicato al poeta Federico Tavan) e ha scritto testi e collaborato con artisti provenienti dal jazz, dal folk e dalla musica d’autore.

Dall’età di vent’anni conduce un’azienda agricola di proprietà che gli permette di vivere continuando a suonare e scrivere. Tra le sue pubblicazioni, ‘Manuale ragionato per la coltivazione dell’orto’ (con una  prefazione di Pierluigi Cappello), un manuale sui generis, un po’ trattato filosofico, un po’ divertissement letterario

Da qualche anno dirige un esperimento di fattoria sociale in provincia di Udine. Proprio da questa esperienza di lavoro di contadino, è nato ‘L’albero capovolto. Le opere e i giorni in una fattoria sociale’, saggio-romanzo sulla psichiatria e il rapporto tra normalità e anormalità. Un racconto fatto di rabbia e poesia che incrocia le parole e le idee di Federico Tavan, Franco Basaglia, Pierluigi Cappello ed Henry David Thoreau.

Il libro è protagonista del prossimo appuntamento di ‘Dialoghi in Biblioteca’, la rassegna di incontri con l'autore organizzata dalla biblioteca civica ‘Joppi’ di Udine e dall’assessorato alla Cultura: mercoledì 9 alle 18 in sala Corgnali, con la partecipazione di Gabriella Cecotti.

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori