Home / Economia / 292mila euro alle piccole e medie imprese in due anni

292mila euro alle piccole e medie imprese in due anni

Monfalcone - 26 le attività aiutate solo quest'anno tra rione centro e il resto della città

292mila euro alle piccole e medie imprese in due anni

Si tratta di ben 402mila euro stanziati dal comune di Monfalcone a sostegno delle piccole e medie imprese del territorio comunale nel corso di due anni. “Non solo”, spiega il sindaco, Anna Maria Cisint, “ma abbiamo anche ridotto Imu e Tari per alcune categorie”.

Operazione portata avanti dall’amministrazione comunale nell’ottica di un ‘ritorno’ di persone tra i negozi e le vie cittadine. “Vogliamo che la gente giri per Monfalcone, non solo monfalconesi ma anche persone da fuori”, prosegue il primo cittadino. “Con Fasan abbiamo fatto una serie di aggiustamenti: 26 attività avranno benefici economici, in più c’è ancora il bando aperto per via Sant’Ambrogio”.

Nel 2017 hanno beneficiato in 17 attività che quest’anno sono aumentate, passando a 26. Anche lo stanziamento è aumentato perché se l’anno passato sono stati 130mila euro ad essere messi a disposizione, quest’anno sono 292mila. Distribuiti, almeno per l’anno in corso, in modo più omogeneo tra il rione Centro e gli altri. Di fatto 147mila euro sono andati alle attività che si trovano nell’area centrale della città, 145mila nelle esterne.

“Anche per i nostri contributi c’è stato un percorso virtuoso di crescita”, precisa Luca Fasan, assessore al commercio, “e noi andiamo nell’ottica di migliorare ed aumentare il rapporto di fidelizzazione che si instaura, poi, tra cliente e commerciante”. Alle attività aiutate vanno sommate tre nuove apertura, due nel rione centro e una a Panzano. Ed è proprio il rione operaio ad avere avuto, a detta di Cisint e Fasan, più sviluppo in tal senso nell’ultimo periodo. Mantiene il suo standard anche Aris San Polo. Per Largo Isonzo Cisint riferisce di aver già in mente un piano di sviluppo ad hoc mentre rimane difficoltosa la crescita di Via Romana.

Operazioni, in ogni caso, condotte in sinergia con l’Ascom, l’Associazione dei Commercianti del Monfalconese. “Si sta lavorando molto bene”, sottolinea Paolo Trapani, vicedirettore di Ascom, “sia per questi bandi che il comune ha emesso che per le numerose indicazioni che nel tempo abbiamo dato e che l’amministrazione comunale ha accolto. C’è una crescita della città che si vede”, conclude Trapani, “Panzano in primis”.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori