Home / Economia / Calligaris supera i 140 milioni di ricavi

Calligaris supera i 140 milioni di ricavi

Nuovo balzo della redditività. Completata l'integrazione di Ditre

Calligaris supera i 140 milioni di ricavi

Il gruppo Calligaris di Manzano si conferma tra le principali aziende dell’arredamento italiane nel mondo. Sono i numeri del bilancio 2017 a dirlo: 140 milioni di euro di ricavi in crescita del 6,3 per cento rispetto all’esercizio precedente, con un trend migliore nell’export rispetto al mercato nazionale.

La strategia dell’anno scorso si è caratterizzata per la crescita per linee esterne con l’acquisizione della trevigiana Ditre Italia operante nel segmento degli imbottiti, che ha portato Calligaris ad ampliare a 360° la presenza nel settore dell’arredamento.

Per il secondo anno consecutivo l’Ebitda (margine operativo lordo) del gruppo Calligaris segna un netto rialzo rispetto a quello precedente. In termini assoluti il margine operativo lordo è cresciuto da 18 a 20,6 milioni di euro (a perimetro costante) e da 18 (15,5%) a 22,7 milioni consolidando anche i risultati della neo-controllata (16,2%).

Il Gruppo Calligaris, presieduto da Alessandro Calligaris (nella foto), conta oltre 660 dipendenti e società controllate in Italia, Usa, Giappone, Francia, Regno Unito, Germania, Croazia e Bosnia.
Nel 2017 circa il 50% del fatturato è stato realizzato attraverso un sistema di distribuzione selettiva comprendente un network in 100 Paesi di rivenditori selezionati di prodotti a marchio Calligaris che, a fine anno, era costituito da 3 flagship store, 77 mono-brand store (punti vendita con superficie espositiva media di almeno 200 mq) e oltre 900 punti vendita di varie metrature con spazi espositivi dedicati a prodotti Calligaris.

Guardando avanti, invece, la politica di marca continuerà a essere fortemente orientata allo sviluppo di un sistema di distribuzione selettiva nei principali mercati, per ricreare l’universo di marca Calligaris nei punti vendita partner attivati e attrarre il consumatore finale con un’idea di stile e di total living. Ditre continuerà a mantenere il suo posizionamento come brand di nicchia nell’ambito degli imbottiti made in Italy, ponendosi di fatto come alternativa alle icone del design.

Il marchio Connubia, invece, valorizzerà un’ampia selezione di tavoli e sedie, rivolta a ulteriori canali di vendita, con attenzione alla funzionalità e a un rapporto qualità/prezzo conveniente.
“Il bilancio 2017 – commenta Alessandro Calligaris - è il risultato della strategia messa in atto e lanciata alcuni anni fa dal gruppo, basata sulla politica di marca, l'internazionalizzazione e l'orientamento strategico al retail, che ha permesso all’azienda di crescere e performare meglio del mercato anche in questi anni di crisi dell'economia e dei consumi”.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori