Home / Economia / Il tappezziere, un mestiere poco conosciuto ma ricercato

Il tappezziere, un mestiere poco conosciuto ma ricercato

Dopo gli incontri con le imprese, Cluster Arredo pronto ad avviare un piano formativo ad hoc. E dopo lo stage in azienda l’assunzione

Il tappezziere, un mestiere poco conosciuto ma ricercato

E’ il grande sarto dell’arredo, ha un ruolo chiave nel mondo dell’imbottito, ed è la professionalità che traduce in materia e colore il progetto del designer. Una figura importantissima eppure misconosciuta ai giovani, spesso sottovalutata solo per mancanza di conoscenza.
Stiamo parlando del tappezziere, il professionista al momento più ricercato dalle imprese dei Distretti della Sedia e del Mobile che, sotto la guida e il coordinamento del Cluster Arredo, hanno espresso le esigenze occupazionali più urgenti in due seguiti incontri a Buttrio e a Brugnera. “Si è dimostrato come vi sia comunanza, in entrambe le aree, della necessità di inserire personale esperto nella produzione di imbottiti - spiega il presidente Cluster Franco di Fonzo (nella foto, ndr.) -, che si concentra in tre tipologie sulle quali definiremo, già nelle prossime settimane, una proposta di piano formativo da girare alla Regione e quindi agli enti preposti”.
“Far capire correttamente il lavoro svolto dal tappezziere è il primo passo – prosegue il direttore Carlo Piemonte -. Lo si immagina senza un valore aggiunto, e invece la sua alta professionalità è fondamentale. Sarebbe impossibile, infatti, senza un’abile manualità e una mente capace, riuscire a tradurre e a confezionare una seduta di design così come l’ha concepita il progettista. Il tappezziere è al pari di un sarto che realizza i modelli nel suo atelier”.
Importante il feedback dato dalle aziende, con una significativa partecipazione delle associazioni di categoria, chiamate dal Cluster a Buttrio e Brugnera: tutte si sono rese disponibili ad inserire in stage, in un’ottica di assunzione, i giovani “sarti dell’arredo” e le persone che faranno la formazione promossa dal Cluster Arredo. “A breve presenteremo il documento di proposta – chiude Piemonte -. Quello che è emerso con forza agli incontri è la necessità di comunicare al Fvg la bellezza e la capacità produttiva del settore dell’imbottito, ancora sconosciuto soprattutto ai giovani, ma di grande fascino”.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori