Home / Economia / Stranieri in calo: è l'effetto dell'integrazione

Stranieri in calo: è l'effetto dell'integrazione

In regione la presenza di immigrati regolari si è arrestata. L'anno scorso 4.000 hanno ottenuto la cittadinanza italiana

Stranieri in calo: è l\u0027effetto dell\u0027integrazione

Sorpresa: gli stranieri regolarmente residenti nella nostra regione sono in calo. Infatti, il dato statistico pubblicato oggi dall’Istat mette in evidenza come gli immigrati presenti in Friuli Venezia Giulia sia scesi nel corso del 2014 da 107.917 a 107.559. La flessione è impercettibile, cioè dello 0,3 per cento, ma conferma un trend degli ultimi anni che non vede più l’Italia e anche il Friuli come meta prioritaria dei flussi di immigrazione regolare verso l’Europa, complice ovviamente la crisi economica e la mancanza di posti di lavoro anche per gli stranieri. Analizzando il dettaglio dei dati, comunque, si può comprendere ancora meglio il fenomeno.

Infatti, nel corso del 2014, gli stranieri che si sono trasferiti nella nostra regione da altre parti d’Italia sono stati 6.025, mentre hanno spostato residenza altrove 5.566; il saldo rimane, quindi, comunque positivo. Quelli che sono arrivati dall’estero sono stati 4.434 e quelli che sono andati all’estero 1.650; anche in questo caso il saldo è positivo. Sono stati 1.647 i nuovi nati da famiglie straniere, mentre 175 sono stati gli immigrati che qui sono morti. L’aumento più vistoso, però, è stato quello di coloro che hanno acquisito la cittadinanza italiana, che l’anno scorso è raddoppiato rispetto al 2013. Sono stati, cioè, 4.033 per la precisione.

In sostanza. È vero che il flusso si è arrestato, ma la fase di calo della presenza di stranieri è determinata dal completamento del processo di integrazione.

A livello di provenienza, i rumeni si confermano quelli più numerosi, con 23.416 presenze, seguiti dagli albanesi con 11.762 e i serbi con 8.050.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Politica

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori