Home / Economia / Trieste Airport chiude il 2017 in positivo

Trieste Airport chiude il 2017 in positivo

Attesa per i nuovi collegamenti e per l'inaugurazione del Polo Intermodale

Trieste Airport chiude il 2017 in positivo

Trend positivo. Questo, in estrema sintesi, quanto successo al Trieste Airport nell’anno appena passato. In tutto l’anno 780.776 i passeggeri che sono transitati, o in arrivo o in partenza, nello scalo ronchese, contro i 727.409 dell’anno precedente. In tutto un 7,3% in più. I voli dei collegamenti commerciali sono aumentati in modo significativo, in tutto 777.575, cioè 53.209 di più rispetto al 2016, mentre per i velivoli civili sono stati 2.939, a fronte dei 2.527 dell’anno precedente, in tutto 16,3% in più. Diminuiti, invece, i transiti, passati dai 15.890 del 2016 ai 15.587 del 2017. In compenso aumentate le tonnellate degli aerei atterrati a Ronchi. Si parla di 236.682 rispetto alle 218.059 dell’anno prima, aumentate dell’8,5%.

Un risultato in totale ottimo, anche secondo il direttore generale Marco Consalvo, “anche se non in linea con le nostre previsioni che erano, ricordo, del 15%. Su questo ha pesato la chiusura di tutti i collegamenti da Trapani di Ryanair ed il 10% che, nel corso del 2017, hanno perso i collegamenti di Alitalia, alle prese con una fase delicata della sua vita. Quando, ad aprile, si sono avute le prime avvisaglie di crisi, in molti hanno preferito Lufthansa, ad esempio, per i collegamenti che prevedevano altre connessioni, puntando su Monaco di Baviera piuttosto che su Roma Fiumicino. Nonostante questo lo scalo regionale ha fatto passi in avanti ed oggi lavoriamo per le nuove destinazioni del 2018”.

Proprio martedì, infatti, è in partenza la linea di FlyValan da Trieste a Genova, collegamento trisettimanale: il martedì alle 10, il giovedì alle 10.05 e il venerdì alle 16.20, mentre i rientri alle 7.40, 7.45 e 14. Anche se lo scalo ronchese, va detto, attende anche l’aumento di voli charter per quest’anno, come già avvenuto durante il 2017. E’ poi in trattativa il collegamento con Francoforte, portando a tre gli hub con i quali si collabora. Torneranno, per l’estate, i collegamenti con Cefalonia, Samos, Skiathos e Zante.

Attesa, infine, per l’inaugurazione del Polo Intermodale che, sicuramente, darà una spinta in più.

0 Commenti

Politica

Sport

Spettacoli

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori