Home / Family / Il cittadino chiede, lo sportello risponde

Il cittadino chiede, lo sportello risponde

Sul territorio nasce un nuovo servizio informativo per accompagnare i cittadini nella ricerca di un alloggio e orientarli tra i contributi previsti

Il cittadino chiede, lo sportello risponde

Come orientarsi tra le norme e i regolamenti, ma anche tra i possibili contributi e sostegni messi in atto dai diversi enti pubblici in tema di casa? Non è facile per i semplici cittadini che desiderano ‘mettere su casa’ avere accesso a tutte le informazioni sul tema, anche perché gli enti cui fare riferimento sono diversi.


Per fare chiarezza nel complicato dedalo, è nato sul nostro territorio un nuovo servizio informativo promosso dalla Regione proprio per accompagnare i cittadini nella ricerca di un alloggio e orientarli tra i contributi previsti, in linea con la Legger regionale 1/2016 che ha riformato il settore.


Da pochi giorni sono attivi tutti gli sportelli ‘Risposta casa’, dislocati in molti Comuni e accessibili in orari prestabiliti (vedi tabella nella pagina successiva).

Gli sportelli, individuati dai tavoli territoriali sulla base delle esigenze locali, hanno il compito di orientare e accompagnare i cittadini nella ricerca di un alloggio, raccogliendo le loro esigenze abitative e al contempo facendosi portavoce delle offerte provenienti dagli enti pubblici e dai privati. Il cittadino potrà rivolgersi agli operatori degli sportelli anche per avere le informazioni sulle agevolazioni e sui contributi a sostegno dell’abitare. Gli sportelli non potranno accogliere le domande di contributo, che continueranno a essere presentate con le modalità previste dai singoli canali di finanziamento.


“L’avvio degli sportelli è il passaggio strategico decisivo per l’attuazione dell’architettura della riforma - conferma l’assessore regionale alle Infrastrutture e al Territorio del Friuli Venezia Giulia, Mariagrazia Santoro - La loro operatività, oltre a costituire un servizio di prossimità al cittadino, renderà concreto il principio di una programmazione proveniente dal territorio e quindi capace di rispecchiare i reali bisogni dei cittadini e degli enti locali”.
Gli sportelli “Risposta casa” saranno aperti al pubblico e nella prima fase avranno esclusivamente il compito di raccogliere dati e fornire informazioni sui canali contributivi previsti dalla riforma, ma non assolveranno ai compiti di accogliere le domande di contributo che restano in capo agli uffici regionali. Gli operatori di ciascun sportello sono stati formati dalla Regione e potranno avvalersi dell’utilizzo di una applicazione on line chiamata “Risposta casa”, sviluppata da Insiel per la gestione e l’elaborazione dei dati raccolti.

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori