Home / Green / Gestione conservativa dei seminativi

Gestione conservativa dei seminativi

Se ne parlerà il 29 giugno in un convegno a Codroipo organizzato dal Programma di Sviluppo Rurale

Gestione conservativa dei seminativi

“Gestione conservativa dei seminativi in Friuli Venezia Giulia”: questo il titolo del convegno che, il 29 giugno, riunirà i beneficiari dell'intervento 10.1.1 del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia. L'iniziativa, organizzata dall'Autorità di gestione del PSR, è in programma dalle 18 alle 21 di giovedì prossimo a Codroipo, nella sala convegni della Bcc Basiliano (ingresso da piazza Giardini).

Molti i contributi previsti durante l'incontro. Dopo l'introduzione a cura di Serena Cutrano, Autorità di gestione del PSR 2014-2020, sarà Valentino Volpe, funzionario Ersa (Servizio fitosanitario e chimico, ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica) a concentrarsi su “La conservazione del suolo agrario e la fertilità del terreno”. Seguirà l'illustrazione del tema “La declinazione dell'Agricoltura Conservativa secondo il Psr 2014-2020 del FVG” da parte di Davide Coslovich, funzionario della Regione FVG (Servizio politiche rurali e sistemi informativi in agricoltura). Poi Gianpaolo Colletta, project manager presso SIN Spa (Sistema Informativo Nazionale per lo sviluppo dell'agricoltura), si focalizzerà su “Il sistema dei controlli, esclusioni e riduzioni applicato all'intervento 10.1.1 del Psr”. Un altro tema interessante è “Fare rete! La prima indicazione dalle esperienze di successo”, raccontato ancora da Coslovich.

A questa prima fase seguirà il dibattito, che coinvolgerà i beneficiari presenti all'incontro e al quale parteciperanno, in qualità di moderatore Gemini Delle Vedove, ricercatore del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università degli studi di Udine, Mario Del Medico, funzionario della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Struttura stabile per il coordinamento informatico delle misure agroambientali del PSR,  Morris Grinovero, Dennis Paron e Mauro Zanone, titolari delle aziende dimostrative del Progetto LIFE+ HelpSoil.

Infine, spazio anche alle considerazioni di Stefano Barbieri e Valentino Volpe, funzionari dell’Ersa che hanno seguito il progetto LIFE+ HelpSoil. Tutti i relatori saranno a disposizione dei beneficiari durante il dibattito per offrire informazioni e dipanare eventuali dubbi.

Nel corso dell’evento saranno presentate e distribuite le Linee guida per l’applicazione e la diffusione dell’agricoltura conservativa: queste raccolgono i risultati finali del progetto LIFE+ HelpSoil ed individuano le Migliori Tecniche Disponibili per un’agricoltura durevole e in grado di produrre più ampi servizi ecosistemici. Il progetto - che si chiuderà a fine mese e che ha coinvolto l’intera Pianura padana e veneto-friulana - ha testato nel corso di quattro anni tecniche di agricoltura conservativa abbinate a pratiche innovative di gestione dei terreni agricoli, promuovendo la diffusione di tecniche e soluzioni migliorative in grado di aumentare la sostenibilità e competitività dell'attività agricola, proteggendo il suolo e assicurandone l'uso sostenibile.

Il convegno, dunque, sarà un momento di confronto non soltanto sulle opportunità offerte dalla Misura 10.1.1 del Psr Fvg “Gestione conservativa dei seminativi”, ma anche sulla direzione futura del mondo agricolo.

Economia

Sport

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori