Home / Gusto / 'War of Wineries': continua la sfida per Davide Luisa

'War of Wineries': continua la sfida per Davide Luisa

Da Mariano, l'unico rappresentate del Fvg si è distinto particolarmente in più fasi della gara all'ultimo sorso

\u0027War of Wineries\u0027: continua la sfida per Davide Luisa

Davide Luisa resta in gara al reality contest “War of Wineries”. Rappresentante della Tenuta Luisa di Corona (Mariano del Friuli), l’unica azienda regionale concorrente, ha superato diverse sfide durante le prime due puntate, dimostrando la propria conoscenza del mondo vinicolo, le proprie capacità e la passione, valorizzando soprattutto il territorio regionale.

Il contest dedicato ad appassionati e wine lovers, si basa sulla competizione tra i vignaioli che raccontano in modo dinamico e spettacolare la realtà del mondo del vino. Sottoposti alla severa valutazione di tre giudici del settore e di tre chef stellati, si sono cimentati in prove di assaggio, abbinamento di vino e cibo, degustazione alla cieca e servizio corretto del vino. Nel corso delle sfide non viene mai giudicato il vino dei concorrenti, ma la loro preparazione e il loro lavoro.

Davide Luisa, perito agrario, si è distinto particolarmente in più fasi della "gara all'ultimo sorso", sia singolarmente che in squadra, superando il rischio di eliminazione, e continuerà a gareggiare rappresentando al meglio tutti i vignaioli isontini e del Friuli Venezia Giulia. Vincitore, assieme ad altri due, come "perfetto sommelier" continua a sfidare concorrenti di altre regioni italiane.

Fra degustazioni impossibili, riconoscimenti al buio e accostamenti ideali - Luisa in un caso ha proposto il (Tocai) Friulano -, le prossime due puntate vanno in onda domenica 1° aprile, Pasqua, alle 12.30 e alle 12.50, sulle emittenti televisive Real Time (canale 31 del digitale terrestre) e Sky (canali 131 e 132), condotte sempre da Francesca Forti, durante le quali i vignaioli competeranno per ottenere uno stand al prossimo Vinitaly, la fiera Internazionale del vino, in programma a Verona dal 15 al 18 aprile. Fra le prove, quella legata al riconoscimento del proprio vino, forse modificato e addirittura speziato, e quella sulle caratteristiche dei contenitori dei vini: legno e acciaio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori