Home / Gusto / Il Vintage Tunina 2013 Jermann tra i 50 migliori vini d’Italia

Il Vintage Tunina 2013 Jermann tra i 50 migliori vini d’Italia

L’uvaggio dell’azienda friulana si piazza 25°. Edi Clementin, direttore dell’azienda: “Un premio che testimonia come in Friuli facciamo ottimi vini”. Stasera a Milano la consegna del premio

Il Vintage Tunina 2013 Jermann tra i 50 migliori vini d’Italia

È stato inserito tra i 50 migliori vini d’Italia nel contesto del Biwa (Best Italian Wine Awards). Il Vintage Tunina 2013, bianco prodotto con uve Sauvignon, Chardonnay, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana e Picolit, si conferma tra i prodotti più eccellenti dell’azienda agricola Jermann di Farra d’Isonzo (Gorizia), conquistando un ottimo 25° posto nel prestigioso premio ideato nel 2012 da Luca Gardini e Andrea Grignaffini, che hanno voluto riunire alcune fra le più influenti personalità internazionali nel settore enogastronomico per la creazione di una classifica capace di mettere in luce le eccellenze italiane e di portarle all’attenzione della stampa nazionale e internazionale. Best Italian Wine Awards mette a confronto ogni anno le numerose realtà vitivinicole italiane d’eccellenza che tutto il mondo ci riconosce e ci invidia.

Il Vintage Tunina 2013 è stato sottoposto all’assaggio alla cieca insieme a oltre 300 vini concorrenti, guadagnandosi l’apprezzamento della giuria specializzata. Fatto questo primo step, il comitato tecnico ha stilato la classifica dei 50 migliori vini d’Italia e le qualità di questo uvaggio di bianchi hanno saputo conquistare gli esperti.

Il Vintage Tunina un colore paglierino brillante, con riflessi dorati ed è dotato di un profumo intenso, ampio, di grande eleganza e persistenza, con sentori di miele e fiori di campo. Ha sapore asciutto, morbido, molto armonico, con persistenza eccezionale, dovuta al corpo particolarmente pieno. Si abbina con primi tartufati, con grande varietà di piatti di pesce, soprattutto al forno e salsato, ma arriva a poter sposare anche carni bianche.

“Dopo le recenti vicissitudini attraversate dal nostro settore - sottolinea Edi Clementin, direttore dell’azienda agricola Jermann - questa notizia ci riempie di orgoglio e rafforza l’idea di come in Friuli Venezia Giulia si facciano vini di qualità. Ci fa piacere essere la prima azienda del Collio classificata nel 2015 per questo premio, siamo molto legati al nostro territorio e siamo felici che abbia la giusta visibilità”.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento di miglior vino d’Italia del Biwa è stato il Barolo piemontese dell’azienda Mascarello Giuseppe e figlio. L’azienda Jermann, assieme alle altre nella lista delle ‘top 50’, ha ricevuto il premio nella speciale cerimonia organizzata il 21 settembre presso la Fondazione Cariplo a Milano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori