Home / Gusto / Premio 'Pizza dell'anno' al ristorante 'Mediterraneo' di Brugnera

Premio 'Pizza dell'anno' al ristorante 'Mediterraneo' di Brugnera

La Campania si conferma leader, ma anche la nostra regione si distingue nella speciale classifica pubblicata dalla nuova guida del Gambero Rosso

Premio 'Pizza dell'anno' al ristorante 'Mediterraneo' di Brugnera

La Campania si conferma leader per la pizza napoletana, e Renato Bosco ed Enzo Coccia sono stati designati ''maestri dell'impasto'' dagli esperti del Gambero Rosso che, presentando oggi a Roma la guida 'Pizzerie d'Italia' 2015, hanno tracciato un bilancio positivo e un futuro roseo per la pizza nazionale.

I premi

Il premio 'Pizze dell'anno' è andato ai locali: Mediterraneo a Brugnera in Friuli Venezia Giulia, a Bellavista nel Lazio e a Villa Giovanna in Campania. Il premio La migliore carta dei vini e delle birre è andato a: i Tigli in Veneto e Salvo da Tre Generazioni in Campania. Per la pizza napoletana si conferma leader la Campania con 12 locali Tre Spicchi; la Pizza all'Italiana vede premiati il Lazio con 3 locali e il Piemonte e l'Abruzzo con 1, nella sezione Pizza Gourmet, in testa il Veneto con 3 locali, l'Emilia Romagna, la Toscana e la Lombardia con 2, il Piemonte, il Friuli Venezia Giulia (sempre con il ristorante Mediterraneo di Brugnera), le Marche, l'Umbria e il Lazio con 1. Premiate anche con le Tre Rotelle le migliori pizzerie a taglio: regione leader il Lazio con 3 locali, seguono la Toscana con 2 e il Veneto, la Campania, la Calabria e la Sardegna con 1. Nel volume, oltre 450 i locali recensiti, dal Nord al Sud Italia, suddivisi in pizza napoletana, pizza all'italiana e pizza gourmet. Un dato per tutti: il numero dei tre spicchi e delle tre rotelle simbolo dell'eccellenza per la pizza al piatto e quella a taglio, passa da 30 a 45. E la crescita più interessante riguarda proprio la vera pizza napoletana, con ''pizzaioli sempre più attenti a un grande impasto che dà vita a un piatto gustoso e di alta digeribilità''.

Criteri di giudizio

I criteri adottati nel giudizio hanno riguardato la composizione dell'impasto e la lievitazione, la ricerca di materie prime, la cottura e, infine, la fase cruciale: assaggio e degustazione.

A questi criteri si aggiunge la ripartizione in tre diverse categorie della pizza tonda servita al piatto: Napoletana, Italiana, Gourmet.

La pizza 'made in Friuli'

In Friuli Venezia Giulia, Lazio e Campania gli ispettori della guida hanno mangiato 3 pizze memorabili, quelle che riassumono un anno di assaggi. La pizza che ha permesso al ristorante "Mediterraneo" di Brugnera di guadagnare lo scettro vanta tra gli ingredienti: carciofi sardi, culaccia, mozzarella di bufala, pomodoro corbarino, origano di Pantelleria e Parmigiano Riserva 30 mesi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori