Home / Politica / 8 marzo: i pregiudizi non si rimuovono per legge

8 marzo: i pregiudizi non si rimuovono per legge

Serracchiani: “La lotta per avere pari diritti e uguale dignità è ancora lunga e dura”

8 marzo: i pregiudizi non si rimuovono per legge

“La lotta per avere pari diritti e uguale dignità è ancora lunga e dura, perché pregiudizi e discriminazioni non si rimuovono per legge o a forza di quote: dobbiamo crederci noi donne per prime”. Lo afferma la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, in occasione della Festa internazionale della donna. “Non dobbiamo rivendicare una piatta uguaglianza ma – indica Serracchiani - la nostra differenza e la nostra specificità, altrimenti continueremo a giudicare noi stesse con il metro degli uomini. I progressi nei diritti sono acquisiti quando diventano modo di pensare condiviso”.

Per la presidente servono dunque “più servizi e sostegno alle donne che vogliono lavorare, magari fare carriera ed essere madri, protezione dalle violenze fisiche e psicologiche, diffusione capillare di una cultura di parità. E’ fondamentale per tutte le donne e, in modo particolare, per quelle che vivono in famiglie di recente immigrazione, e che – conclude - possono fare la differenza tra emarginazione e integrazione”.

2 Commenti
luca-DUCK

Beh! diciamo che è stata brava la Serracchiani a sopportare tante, ma proprio tante di quelle persecuzioini che se non viene più rieletta almeno arriverà alla beatificazione. Poi, veramente si è letto di tutto su di lei che sarà difficile adesso farne a meno nelle prossime regionali. Forse no! Che poi il mondo va come vuole ma per la "parità" etc. è un vero calvario anche quello per davvero. Del resto poi non è tanto l'uomo o la donna ma l'individuo e la individua....alla fine "Das Mensch" che è neutro solo in Alemagna.

Dan

che disperasion!

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori