Home / Politica / Catalogna: verso la dichiarazione d'indipendenza

Catalogna: verso la dichiarazione d'indipendenza

E' probabile che il Governo catalano la dichiari unilateralmente nelle prossime ore

Catalogna: verso la dichiarazione d'indipendenza

È probabile che, nel giro di qualche ora, la Catalogna dichiari l’indipendenza unilateralmente, c4osì come previsto dalla Legge sul referendum approvata, meno di un mese fa, dal Parlament de Catalunya. Quella che, fino a pochi giorni fa, era solo una delle tante ipotesi sul tavolo di Carles Puigdemont, è diventata una certezza, dopo aver ascoltato il discorso del Re Felipe, che ha appoggiato in toto le azioni poste in essere dal Partido Popular di Rojoy e non ha fatto alcun riferimento alle violenze subite dalla popolazione catalana inerme (quasi 900 feriti). Ciò, mentre in tutta la Catalogna si stava svolgendo uno sciopero generale senza precedenti, con un’adesione dell’80 per cento e intere città scese in piazza (a Girona, 100 mila abitanti, hanno manifestato in 50.000 persone).
Al Governo catalano non resta altra possibilità, in quanto è pendente l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione spagnola, che prevede la possibilità per il Governo centrale di sospendere l’autonomia di una Regione. Possibilità che i vertici del Pp ritengono già una certezza. Il timore del Governo catalano è che il Pp voglia usare l’articolo 155 per indire nuove elezioni regionali, procedendo nel contempo all’illegalizzazione dei partiti indipendentisti, come già avvenuto alla fine degli Anni ’90 per alcuni partiti baschi. A questo punto, al Governo catalano non resterebbe che giocare di anticipo, dichiarare l’indipendenza e muoversi già come uno Stato pienamente indipendente. Il prezzo da pagare, però, potrebbe essere altissimo. Per tutti.
Come ha scritto il direttore di Vilaweb, Vicent Partal,  “il possibile invio dell’esercito spagnolo in Catalogna non può che ricevere, per tutta risposta, la dichiarazione di indipendenza. Tra l’altro, perché dopo la proclamazione dell'indipendenza il Presidente della repubblica può immediatamente chiedere alla polizia catalana di difendere la popolazione civile da ulteriori aggressioni”. Il Governo catalano, dispone infatti di una propria polizia, il cui capo è appena stato accusato di sedizione da Madrid.
Se qualcuno non interviene a pacificare le parti, c’è il forte rischio che a breve la violenza e l’irrazionalità prendano possesso di una questione che avrebbe potuto trovare tranquillamente delle opportune soluzioni politiche. “L’Europa ci aiuti”, dicono i catalani. “L’Europa si aiuti”, aggiungerei io.

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori