Home / Politica / Flash mob a Monfalcone contro l'esclusione dei bambini stranieri dalla scuola

Flash mob a Monfalcone contro l'esclusione dei bambini stranieri dalla scuola

Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione indetta per sabato 21 luglio presso la Piazza della Repubblica

Flash mob a Monfalcone contro l'esclusione dei bambini stranieri dalla scuola

Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione / flash mob indetta dalle ore 18.00 alle ore 19.00 di sabato 21 luglio presso la Piazza della Repubblica di Monfalcone a sostegno della campagna contro il protocollo d’intesa tra la Sindaca Cisint e i dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi “Giacich” e “Randaccio” che ha prodotto l’esclusione di 79 alunni stranieri dalle scuole dell’infanzia di Monfalcone.

Porre dei tetti, stabilire delle quote, sul diritto allo studio di bambini e di ragazzi è una sconfitta per il ruolo della scuola e per il valore umano di chi la gestisce. Significa che la Scuola in quel territorio non riesce ad assolvere al suo compito educativo, a cominciare proprio dal progetto formativo della persona fin dalla sua più tenera età.

Rifondazione comunista manifesta la propria indignazione per un provvedimento di stampo apertamente discriminatorio e sosterrà le azioni che si intenderà prendere nei confronti di una amministrazione che si dimostra lontana da qualsiasi principio di democrazia.
Chiede ai due dirigenti scolastici di ritirare la firma dal cosiddetto “Patto per il sistema scolastico monfalconese” pessimo esempio di politica locale che colpisce i diritti dei più deboli e dei bambini. Tutti i bambini hanno diritto a frequentare la Scuola dell’Infanzia: l'istruzione e la socializzazione, la scolarizzazione sono diritti universali.
 
Evento facebook - Noi stiamo con i bambini - Flash mob  https://www.facebook.com/events/588261024908080/

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori