Home / Politica / Il sindaco Cisint incontra i rappresentanti del rione Aris-San Polo

Il sindaco Cisint incontra i rappresentanti del rione Aris-San Polo

Ancora percepiti i problemi di sicurezza e della viabilità: raccolti i pareri dei cittadini

Il sindaco Cisint incontra i rappresentanti del rione Aris-San Polo

Sicurezza, viabilità, residenze Ater ma sopratutto necessità di una migliore e più ampia comunicazione dal comune verso i cittadini sono stati i temi affrontati ieri nel corso dell'incontro pubblico che il sindaco di Monfalcone, Anna Cisint, assieme agli assessori Fasan, Nicoli, Callari, Venni e Luise e i consiglieri delegati Volante e Garritani, ha avuto con i cittadini del rione Aris-San Polo, organizzato nella sede del comitato rionale. Presentato come ‘giunta aperta’, in realtà l'incontro è stato voluto per raccogliere necessità ed esigenze del rione, in vista della predisposizione del bilancio di previsione 2018. “Pensiamo sia utile e importante, prima di predisporre il bilancio che vorremmo approvare entro febbraio, raccogliere tutte le indicazioni che arrivano dai cittadini, così da poter programmare al meglio gli interventi di un bilancio che vorremmo fosse davvero condiviso” ha sottolineato il sindaco, accompagnata anche dal segretario comunale e dai tecnici, per il servizio Manutenzioni e Servizi tecnici comunali Enrico Englaro e per il servizio Opere e Patrimonio pubblico Sergio Marconato.

Il problema più sentito dai cittadini si è rivelato essere la necessità di una maggiore comunicazione del comune rispetto a bandi, programmi e attività, che spesso risultano essere quasi sconosciuti, tanto da impedire la partecipazione alla richiesta di contributi specifici quali attività commerciali o installazione di misure di sicurezza per i privati. Per non dire del materiale cartaceo su vari eventi che non viene distribuito. Il comitato di rione, tramite il presidente Oscar Piccini, ha chiesto l'installazione di ulteriori bacheche espositive e un nuovo canale informativo per le iniziative dell'amministrazione comunale. “Le nostre attività vengono già pubblicate sul profilo Facebook del comune e sul mio” ha ribadito Cisint, accogliendo le proposte. “Continuiamo a stampare il foglio informativo che raggiunge tutte le famiglie, ma stiamo lavorando anche al miglioramento del sito del comune: lo stiamo modificando assieme ad Insiel per renderlo più semplice e avrà anche una sezione specifica dedicata ai comitati di rione. Per la diffusione del materiale cartaceo, chiedo anche la vostra collaborazione per contenere i costi e per rendere capillare la distribuzione”.

Rispetto al problema sicurezza il sindaco ha ricordato che a marzo si chiuderà la seconda tranche di acquisizione e installazione delle telecamere di ultima generazione che consentono un controllo efficace del territorio “ma sempre nel rispetto della privacy delle persone. E' innegabile però che le telecamere fungono da deterrente e che i varchi di accesso e uscita dalla città sono controllati, consentendo anche, in caso di necessità, il riconoscimento delle targhe”. Ha informato che nei giorni scorsi proprio grazie alle telecamere è stato fermato un ladro e che dal 15 gennaio alle 22 entreranno in servizio i ‘vigilantes’ privati per il controllo di zone sensibili della città, zone, individuate assieme alle forze dell'ordine, in cui viene registrato un particolare degrado e comportamenti incivili. “Sono professionisti, già individuati a suo tempo dalla Regione, che sapranno controllare con attenzione la città in orario notturno, quando i vigili finiscono il loro servizio. Entro gennaio entreranno in servizio anche i volontari anti-degrado”.

Ha quindi ricordato che proseguono i controlli della viabilità, del rispetto del codice della strada in particolare per le biciclette e ha sollecitato i cittadini a continuare nella preziosa opera di segnalazione sia di situazioni di degrado, o di microcriminalità o di abbandono rifiuti o di sovraffollamento degli alloggi. “Tutte le segnalazioni vengono prese in considerazione e di consentono di avere una quadro chiaro della situazione” ha assicurato. Annunciando un incontro con il questore, ha detto di voler avere numeri precisi sulla presenza in città di cittadini stranieri, facenti parte o meno dell'Unione Europea perché “vogliamo combattere il fenomeno dei ‘residenti fantasma’. Intendiamo modificare il sistema di concessione della residenza, per consentire ai proprietari degli alloggi in affitto” ha detto con fermezza “di poter intervenire sull'uso corretto delle loro case, che non devono essere sovraffollate, né ospitare persone indesiderate”. E sempre in merito alle residenze ha confermato, come richiesto anche dal rione, di voler chiedere ad Ater di avere informazioni precise e informatizzate sulle locazioni e sugli alloggi sfitti. In merito poi agli interventi di manutenzione ha informato che se nel 2017 era stato previsto a bilancio un milione di euro per la asfaltature e le sistemazioni viarie, nel 2018 sono previsti ulteriori 700mila euro per interventi nella zona di Aris, ma anche via Romana e Panzano.

 

0 Commenti

Economia

Sport

Spettacoli

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori