Home / Politica / Non ci sono “ferite” nel territorio Pordenonese

Non ci sono “ferite” nel territorio Pordenonese

Spitaleri: "L'assessore Riccardi approfondisca e poi giudichi"

Non ci sono “ferite” nel territorio Pordenonese

“Il territorio del Pordenonese, dal punto di vista sanitario, è quello che ha mantenuto una piena dimensione territoriale. L'assessore Riccardi approfondisca e poi giudichi: parlare di ferite, in questo caso, è del tutto fuori luogo”. Lo ha affermato il segretario del Pd Fvg Salvatore Spitaleri, replicando all'assessore alla Salute Riccardo Riccardi il quale aveva detto che “la Destra Tagliamento rappresenta un territorio importante per il Friuli Venezia Giulia che, nell'ultima stagione, ritiene di aver subito una ferita importante a livello istituzionale”.

“L'unità del territorio sotto l'aspetto socio-sanitario - ha ricordato Spitaleri - è una realtà non solo a far data dalla nascita dell’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 5 “Friuli Occidentale”, prevista dalla riforma del centrosinistra, che ha ulteriormente coordinato ospedale e servizi sul territorio, ma ancora da prima, quando il centrodestra procedette alle operazioni di accorpamento dell'ospedale di San Vito con l'allora Azienda ospedaliera Santa Maria degli Angeli. Se poi Riccardi vuole fare anche l'assessore agli Enti locali, chieda al collega Roberti se è disposto a cedere la delega. Temiamo, peraltro, che volersi occupare di tutto sia utile per l'immagine, assai meno per i cittadini".

"Comprendiamo che Riccardi senta, ancora, il richiamo dei cantieri e dei caschetti antinfortunistici, ma ora è assessore alla Salute e dovrebbe cominciare a occuparsi di temi specifici, approfondire la materia di cui gli è stata affidata la delega. E darsi da fare per trovare i dirigenti della Direzione centrale dove - ha concluso Spitaleri - continua a lamentare i buchi nelle posizioni apicali, ad oltre un mese dall'incarico.

0 Commenti

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori