Home / Politica / Regionali di fine aprile: ecco il totonome

Regionali di fine aprile: ecco il totonome

In pista sono già scesi Sergio Bolzonello per la coalizione formatasi attorno al Pd e Sergio Cecotti con Patto per l’Autonomia. Il M5S ha scelto il ricercatore triestino Alessandro Fraleoni Morgera

Regionali di fine aprile: ecco il totonome

La scelta dei candidati per le Regionali di fine aprile, almeno per quanto riguarda gli aspiranti governatore, è in dirittura d’arrivo. Nomi, questi, che potranno fare la differenza rispetto ai risultati del 4 marzo poiché, in chiave locale, il valore e l’autorevolezza del candidato hanno più peso rispetto al voto squisitamente politico. In pista sono già scesi Sergio Bolzonello per la coalizione formatasi attorno al Pd e Sergio Cecotti con Patto per l’Autonomia. I due ex sindaci di Pordenone e Udine, molto in sintonia tra loro quando erano primi cittadini dei due capoluoghi, hanno la strada in salita. Da una parte, Ceccotti parte dal magro 1% raccolto nella corsa per il Parlamento, anche se, per il Patto, questo era un test in vista delle Amministrative. Dall’altra, Bolzonello avrà il duro compito di ribaltare, o almeno mitigare, la sonora batosta presa dal Pd in chiave nazionale.
I dem, tra l’altro, sono alle prese con la successione del segretario regionale, dopo le dimissioni di Antonella Grim. Il nodo sarà sciolto dall’Assemblea del partito che si terrà la sera di venerdì 9. Due le alternative: a guidare i democratici fino al 29 aprile potrebbe essere un organo collegiale oppure il presidente dell’Assemblea stessa, Salvatore Spitaleri. L’organo collegiale avrebbe un forte impatto politico, ma sarebbe meno praticabile dal momento che i suoi possibili componenti sono già impegnati su altri fronti, amministrativi ed elettorali. Nel secondo caso, che pare riscuotere più consensi, si tratterebbe di una scelta naturale e di carattere istituzionale. Insomma, Spitaleri avrebbe il ruolo di segretario traghettatore, in attesa dei prossimi congressi.
Restando su questo fronte, ci potrebbero essere spazi per un’alleanza tra Pd e Leu (vedi articolo sotto). Dal Pd fanno sapere che la candidatura di Bolzonello non è in discussione, ma che il partito ha già dato segnali di apertura. Tuttavia, se sulla questione della Specialità regionale ci potrebbero essere convergenze viste anche le bozze di accordo tra Stato e le Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna, su Sanità e Uti il Pd è pronto a parlare di miglioramenti e anche di correzioni, ma non di smantellamento.
Intanto, in questi giorni il M5S ha scelto candidato presidente (il ricercatore triestino Alessandro Fraleoni Morgera) e composto le liste, ma non senza polemiche. Nel Movimento c’è più di un mal di pancia da parte di alcuni esponenti (sia a livello regionale, sia a Udine per le Comunali) che hanno affermato di non aver potuto competere alla scelta on-line dei candidati, senza conoscere il motivo della loro esclusione.
Resta ancora da risolvere, almeno nel momento in cui scriviamo, il nodo del candidato del centrodestra. Visti i risultati, la candidatura più probabile - o addirittura quasi certa - è quella del segretario del Carroccio in Fvg, Massimiliano Fedriga. Il sorpasso della Lega su FI (tre punti percentuali al Parlamento e di 13 punti in regione) ha messo in mano a Fedriga, che dovrà scegliere se prendere la via di Roma o se restare in Fvg, il pallino del gioco. Resta il punto di domanda sulle intenzioni di Forza Italia: pare, infatti, che da parte del Carroccio sia stato messo il veto sul nome di Riccardo Riccardi quale possibile alternativa a Fedriga. Durante le prime fasi delle trattative, sarebbe stato fatto anche il nome dell’ex sindaco di Cividale, Attilio Vuga, in veste di ‘ponte’ tra i due principali partiti della coalizione, ma non si sarebbe raggiunto l’accordo.

1 Commenti
luca-DUCK

Fedriga può anche piacere ma il problema è che tiene sempre le MANI CONSERTE quando si presenta in foto. Magari gliele cambiano ogni tanto perchè nel linguaggio corporeo non è un bel gesto di disponibilità. Magari perchè gli dà fastidio essere ripreso. Gli dona il "loden" ma come abito tradizionale dovrebbe personalizzarsi meglio.

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori