Home / Politica / Udine: ecco l’agenda di Pietro Fontanini

Udine: ecco l’agenda di Pietro Fontanini

Il nuovo Sindaco partirà dal capitolo Uti, rimettendo in campo alla città diverse competenze

Udine: ecco l’agenda di Pietro Fontanini

A pochi giorni dalla sua elezione, nell’agenda amministrativa del nuovo sindaco di Udine, Pietro Fontanini, compaiono già diversi appuntamenti importanti. Tra le sue priorità c’è il capitolo Uti, ovvero la messa in discussione delle competenze passate all’Uti del Friuli centrale. “Oltre a riportare la polizia locale al Comune di Udine – dice Fontanini - riprenderemo gli uffici delle entrate e la gestione del sito Internet istituzionale”. In merito alla viabilità, l’inquilino di Palazzo D’Aronco ha annunciato di dare vita a una squadra per il pronto intervento e la revisione di alcune piste ciclabili, in particolare quella di via Zanon.

Novità anche sul piano delle proprietà comunali. “Mi sto attivando per portare al Comune Palazzo Belgrado. L’Amministrazione cittadina – continua Fontanini - ha bisogno di nuovi spazi per gli uffici, così da evitare la spesa in affitti. Senza contare che lì ci sono già le postazioni e le infrastrutture tecnologiche”.

Nell’agenda non può non comparire la regina delle manifestazioni cittadine: “Friuli Doc deve essere vetrina anche dei prodotti di chi ci è vicino culturalmente, e per questo spingerò per riallacciare i rapporti con la Carinzia e allargarli a Baviera e Slovenia”.

Passando alle attività culturali, Fontanini ha annunciato di voler puntare sull’esposizione delle opere di artisti friulani in autunno e su una stretta collaborazione con i Musei diocesani. Per quanto riguarda il Castello, il neo sindaco ha annunciato di voler partire con la tinteggiatura della facciata nord, ma all’orizzonte si riaffaccia l’ascensore al colle. “Mi piacerebbe – spiega Fontanini - che partisse da piazza I maggio e che fosse collocato all’centro del colle. E’ la soluzione meno costosa”.

Infine, il verde pubblico. “Intendo collegare il Parco del Cormôr e il Parco Moretti – conclude il primo cittadino - con una pista ciclopedonale dedicata, il cui progetto di massima, che voglio recuperare, è già depositato. Il Cormôr dovrà essere unito anche con quello del Torre attraverso piste ciclabili”.

1 Commenti
direttore@pariniscuole.it

Ottimo inizio

Cronaca

Spettacoli

Sport news

Economia

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori