Home / Spettacoli / Feff: ‘Effetti collaterali’ colorati e sexy

Feff: ‘Effetti collaterali’ colorati e sexy

Sale la febbre asiatica in Friuli, con il far East Film Festival protagonista

Feff: ‘Effetti collaterali’ colorati e sexy

Sale la febbre asiatica in Friuli, con il Far East Film Festival protagonista grazie agli 83 film proposti nella rassegna da venerdì 21 a sabato 29 e a una serie di eventi collaterali che colorano la città.
Primo fra tutti l’atteso Cosplay Contest (25 aprile dalle 16 alle 19 in piazza S. Giacomo), la gara-esibizione di costumi che riproducono personaggi di popolari cartoni animati, videogame, manga e anime. In palio, per i vincitori assoluti del premio Best Italian Far East Cosplayer (miglior costume maschile e femminile) un viaggio intercontinentale e un posto da giurato a Lucca Comics & Games. Per tutti, invece, è garantita una surreale a affascinante immersione nel mondo dei cosplayer.


Assaggi di prodotti e cultura “made in Asia” nei due fine settimana del festival non mancheranno: da venerdì 21 a martedì 25 piazza S. Giacomo ospita bancarelle a tema asiatico (alimentari, abiti, riviste, video…), mentre da venerdì 28 a domenica 30 lo spazio sarà dedicato alle migliori creazioni dei designer del nostro territorio. Non mancheranno laboratori, workshop, dimostrazioni di molte discipline orientali, come le arti marziali, l’ikebana, la calligrafa, la poesia, gli origami e disegno.


Tra le novità di questa 19a edizione, un’intera giornata dedicata ai videogame (29 aprile), con la chiesa di San Francesco che sarà invasa da gamer impegnati in tornei di “Street fighter”, da console e cabinati retrò, da dimostrazioni di videogiochi indipendenti creati da hobbisti giapponesi, la presentazione in anteprima di “Run of Mydan”, il primo gioco prodotto in Fvg ideato per i visori di realtà virtuale e soprattutto la mostra dedicata a uno delle icone mondiali del mondo virtuale, SuperMario.


Altra novità del 2017 ha il sapore piccante e intrigante delle spezie. È la “Pink night” (28 aprile) che promette “eros, body art, vibes” attraverso due Dj set, un aperitivo letterario, una selezione video a cura de Le ragazze del porno, un’installazione e la performance “Ciliegie”, che celebra il fotografo e poeta Ren Hang attraverso la danza.

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori