Home / Spettacoli / Il jazz club si apre alla classica

Il jazz club si apre alla classica

Nuova formula al Teatro Verdi di Pordenone: per tre mercoledì, generi a confronto per una ‘fusione’ musicale

Il jazz club si apre alla classica

Una nuova formula jazz sul palcoscenico del Teatro Verdi di Pordenone: tre concerti immersi nell’atmosfera carica del fascino da jazz club distribuiti in altrettanti mercoledì con sei musicisti capaci di creare una originale fusione musicale tra jazz, improvvisazione e classica. Il tutto allestito nella suggestiva area bar, tra tavolini e divani, in uno spazio che lascia i musicisti fisicamente vicini al pubblico.

Lo speciale Jazz Club aprirà alle 20.30 di mercoledì 16 con Marco Scolastra e Ramberto Ciammarughi che giocheranno ‘Fra due pianoforti’: un dialogo libero tra le note scritte da Bach, Händel, Haydn, Mozart, Beethoven e musica di pura invenzione e improvvisazione jazz. Mercoledì 23 un concerto à la carte, per incontrare un pianista classico, Maurizio Baglini, e il sassofonista jazz argentino Javier Girotto in un ampissimo programma da Scarlatti a Debussy e Mussorgsky.

Per chiudere, il 30 maggio la stella del jazz europeo, Rita Marcotulli, spesso al fianco di grandi artisti anche della musica pop. Nell’occasione si presenterà come ospite del nuovissimo duo voluto dal contrabbassista e compositore Rosario Bonaccorso, leader di interessanti gruppi e sideman di nomi noti del jazz italiano e internazionale, per un concerto capace di suscitare grandi emozioni.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori