Home / Spettacoli / Jazz sul battello

Jazz sul battello

Da venerdì 10 a sabato 18, musica live ‘a bordo’ e mini-crociera serale con una lunga serie di formazioni della regione, e non soltanto. La partenza da Marano e Lignano

Jazz sul battello

Il jazz ascoltato in modalità, orario e location completamente diverse dal solito: all’imbrunire, cullati dalle onde della laguna di Marano, con tanto di cena a base di pesce. Il Battello Santa Maria, guidato dal maranese doc Nico Pavan, lancia l’iniziativa ‘Laguna Jazz’, proposta per gli amanti di musica, natura e buona cucina. Da venerdì 10 a sabato 18, quasi tutte le sere il Battello salperà da Marano (alle 19) e da Lignano (alle 20) con un diverso gruppo a bordo.

Accompagnato dalla musica, il pubblico navigherà lungo la costa di Lignano, nella laguna di Marano e nella riserva naturale dello Stella, per rientrare attorno a mezzanotte. Il primo concerto venerdì 10, con il Let’s play Quintet, formazione di Nello Da Pont, nata tra i boschi e le montagne del Bellunese.  Sabato 11 sarà la volta del Filippo Orefice Trio, che oltre al sax tenore del leader comprende Mauro Costantini all’organo e Andrea Pivetta alla batteria.

Domenica 12 è prevista un’incursione nella musica classica con l’Ensemble Calliope: un quartetto formato al conservatorio ‘Tartini’ di Trieste, che presenta un repertorio dall’opera alla musica da camera, alle colonne sonore, senza trascurare la tradizione italiana. Martedì 14, altro trio jazz: quello del trombettista Mirko Cisilino, con Simone Serafini al contrabbasso e Marco D’Orlando alla batteria). La musica di New Orleans e Chicago Anni ’20-’30 sarà protagonista di mercoledì 15 con The dixieland Stumblers Trio, tra i migliori gruppi di jazz tradizionale, composto da Daniele D’Agaro, Marzio Tomada e Denis Biason.

Giovedì 16, omaggio al poeta del jazz Chet Baker con il Cool Cat Trio (Gabriele Cancelli, Alex Turchet e Matteo Sgobino). La musica di Duke Ellington e Fats Waller sarà invece la colonna sonora di venerdì 17: col nome Planet Ellington si esibiranno lo specialista del piano Fender Giorgio Pacorig e Daniele D’Agaro. A chiudere sabato 18 i Blues in the Pocket, che proporranno un repertorio tra blues & soul jazz.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori