Home / Spettacoli / Omaggio a Silvio Soldini e al tema del viaggio al ‘Premio Amidei’

Omaggio a Silvio Soldini e al tema del viaggio al ‘Premio Amidei’

La 36° edizione della rassegna cinematografica organizzata a Gorizia parte giovedì 13 con una lunga serie di proiezioni e presentazioni

Omaggio a Silvio Soldini e al tema del viaggio al ‘Premio Amidei’

Saranno le storiche sedi del Palazzo del Cinema-Hisa Filma e il Parco Coronini Cronberg di Gorizia ad ospitare da giovedì 13 e fino 19 luglio la 36a edizione del ‘Premio Amidei’, che con sempre maggiore convinzione si propone quale ‘Arcipelago delle narrazioni’ nel quale far confluire le attività di indagine e studio dedicate al mondo della scrittura cinematografica, televisiva e per il web.

Il Premio aprirà come da tradizione con l’Amidei Kids, la sezione dedicata ai più piccoli a cura di Martina Pizzamiglio, con la proiezione de ‘Le avventure del Principe Achmed0, pellicola del 1926 per la sceneggiatura e regia di Lotte Reiniger (al Kinemax alle10).

Dal primo pomeriggio l’Amidei entrerà nel vivo della programmazione con i primi due film della lunga retrospettiva dedicata a Silvio Soldini, Premio Opera D’Autore 2017. Appuntamento dalle 14.15 al Kinemax con ‘L’aria serena dell’ovest’ e a seguire ‘Un’anima divisa in due’.

Con questi due titoli il Premio Amidei accompagnerà il pubblico in un lungo viaggio alla scoperta del cinema dell’autore milanese, fatto di fughe e di ricerca, di desideri infranti sul meridiano della quotidianità, di frustrazioni, riscatti e speranze mai illusorie. Un cinema dedicato agli ambienti e ai personaggi, indagati nelle tensioni e nei nodi esistenziali.

Di Soldini verranno proposti nel corso di tutto il festival ben 13 lavori realizzati in un arco di tempo di quasi 35 anni, da ‘Drimage’ del 1982 al recente ‘Il fiume ha sempre ragione’ del 2016, ispirato dall’artigianalità della parola e alla poesia del gesto minuto.

La prima giornata di programmazione dell’Amidei segnerà inoltre l’inizio della principale retrospettiva del festival ‘Arcipelago. Geografie e viaggi tra il cinema e le arti’, a cura di Andrea Mariani, da cui è stato tratto il tema portante dell’intero festival.

I film che verranno proposti invitano a compiere un viaggio immaginifico, sorvolando la storia del cinema italiano dall’alto, sopra le acque del Mediterraneo, dal quale emergono i nodi e le relazioni tra le terre e gli uomini del nostro cinema e le arti di cui si è nutrito e che ha ‘visitato’: la letteratura, ma anche l’arte pittorica e le arti popolari.

Due i film in programma a partire dalle 14 al Kinemax: ‘Terra di Nessuno’ per la sceneggiatura di Corrado Alvaro, Stefano Landi e la regia di Mario Baffico e a seguire ‘I girovaghi’, sceneggiatura di Giuseppe Berto, Salvatore Danò, Daniele D’Anza, Luciano Vincenzoni, Piero Vivarelli e regia di Hugo Fregonese.

Arcipelago’ prende spunto dal libro Attrazione fatale. Letterati italiani e letteratura dalla pagina allo schermo. Una storia culturale (edizioni Mimesis) di Gian Piero Brunetta, pubblicato da Palazzo del Cinema-Hiša Filma in occasione del 36° Premio Amidei, la cui presentazione al pubblico è prevista alle 18 alla presenza dell’autore.

Chiude la giornata alle 21 al Parco Coronini Cronberg il primo film in concorso per il Premio internazionale alla migliore sceneggiatura: ‘L’ora legale’, sceneggiatura di Ficarra e Picone, Edoardo De Angelis, Nicola Guaglianone, Fabrizio Testini e regia di Ficarra e Picone.

 

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori