Home / Spettacoli / Orchestra a plettro di Codroipo a San Valeriano

Orchestra a plettro di Codroipo a San Valeriano

Sabato 10 marzo una grande festa per ricordare Roberto Sgorlon, scomparso un anno fa

Orchestra a plettro di Codroipo a San Valeriano

Sabato 10 marzo alle 20.30 è in programma un concerto speciale nella chiesa di San Valeriano: protagonista l’Orchestra a Plettro Città di Codroipo. Un concerto è sempre una festa, soprattutto per i musicisti, ma anche per gli spettatori, per gli appassionati di musica e per tutti i presenti. Proprio con una festa, con la gioia che si espande insieme alle note musicali, affronteranno anche questo evento. In realtà nel cuore ci sarà un pensiero malinconico, per tutti.

Questo concerto, infatti, è stato voluto e organizzato per ricordare la prematura scomparsa, un anno fa, di un membro, Roberto Sgorlon. Lui suonava il mandolino nell’orchestra e ora lo farà in cielo. L’orchestra ha voluto dedicare a lui questo concerto, per ricordarlo come uno dei fondatori del gruppo musicale codroipese col quale hanno condiviso grande impegno, passione e soddisfazione durante le prove e i concerti oltre dieci anni.

L’orchestra a plettro composta di professionisti, esperti, cultori e appassionati musicisti che con costanza e dedizione riscontrano, a ogni loro esibizione in pubblico, un successo strepitoso. La scarsa disponibilità economica è l’unico motivo per declinare gli inviti a esibirsi ovunque. In questi giorni stanno declinando le proposte pervenute da Francia, Spagna, Austria, Slovenia e perfino dalla Russia e altri Paesi dell’Africa e del Medio Oriente.

I prossimi impegni per l’orchestra saranno all’istituto comprensivo di Codroipo per gli studenti, il 7 aprile, con uno spettacolo insieme al coro Sine Tempore del CEDiM di Gonars e poi ci saranno San Vito al Tagliamento, San Quirino, Udine, Pordenone, Lignano Sabbiadoro, Bibione e Carpacco (per il Coro Picozza diretto da Martina Gorasso il 16 Giugno) e altre località che saranno preannunciate nel sito web orchestraplettro.it.

Oltre trenta elementi compongono l’orchestra, ma la peculiarità dei gruppi non professionistici (nel senso che non si fanno pagare) risiede nelle diverse disaffezioni imposte da impegni personali, lavorativi o qualche acciacco stagionale.

L’Orchestra a Plettro Città di Codroipo è un’eccellenza della nostra regione, sebbene alcuni componenti siano residenti in Veneto orientale. La potenza e la forza della squadra, risiede proprio nel gruppo d’insieme che sicuramente presenta differenze notevoli tra gli orchestrali. Alcuni hanno iniziato da pochi anni, ma all’interno dell’orchestra troviamo sia gli allievi, sia i docenti. Certi elementi sono sbalorditivi: il direttore Sebastiano Zanetti (apprezzato e ammirato da tutti per capacità e impegno) è stato allievo di Paola Selva che ora suona la chitarra sotto la sua direzione. Fabrizio Furci ha da poco inserito un’altra chitarrista molto promettente, Michaela Ceraulo alla quale faceva un corso di chitarra, riconoscendo in lei una propensione allo studio dello strumento. Domenico Furci, presidente onorario e padre ideatore dell’Orchestra con lo scopo principale di ravvivare la tradizione del mandolino nel Medio Friuli e proiettarla nel futuro con grande impegno personale e coinvolgendo il maggior numero di musicisti possibile, è stato il docente di quasi tutti i mandolinisti.

Nell’insieme tutta l’orchestra risulta un prodotto altamente professionale, con capacità esecutive fuori dal comune. Esecuzioni che rasentano la perfezione deliziano gli spettatori, sia quando eseguono brani classici, sia canzoni popolari o colonne sonore. Uno spettacolo che meriterebbe i palchi più prestigiosi, senza timore di smentita.

L’ultima dimostrazione delle grandi qualità dei componenti e del direttore in primis è stata dimostrata con la capacità di adeguarsi all’esibizione con il coro Sine Tempore tenuta nel teatro Benois – de Cecco di Codroipo a novembre scorso, per perseguire un’idea del presidente dell’orchestra che aveva visto nei due gruppi di musicisti e coristi, una passione affine e pari entusiasmo interpretativo.

Il nuovo progetto pensato peculiarmente per i giovani delle scuole primarie e secondarie di primo grado, sta stravolgendo il lavoro sia dell’orchestra, sia del coro Sine Tempore, per approntare brani che riscontrassero i gusti del giovane pubblico, allo scopo di divertirli e avvicinarli al mondo della musica usando il loro stesso linguaggio (con alcune musiche da cartoni animati). Svolgendo il lavoro consueto per le due formazioni, impegnati in prove ed esibizioni con il programma classico “per adulti” e contemporaneamente dover adattare e riscrivere le canzoni che mai in passato avevano interpretato, è significato un notevole impegno per tutti, ma soprattutto per i direttori Tamara Mansutti del coro e Sebastiano Zanetti dell’orchestra.

Grazie alla bravura e il grande impegno degli interpreti, musicisti e coristi, condotti dalle sapienti mani dei rispettivi direttori, sapranno stupire studenti e docenti che il 7 aprile 2018 assisteranno alla prima dello spettacolo, sabato mattina, nell’auditorium di Codroipo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori