Home / Spettacoli / Piani paralleli, un film-concerto con radici friulane

Piani paralleli, un film-concerto con radici friulane

C’è anche l’Accademia d’archi ‘Arrigoni’ nella pellicola dedicata alla suite di Giovanni Mazzartino, registrata alla Fazioli Concert Hall di Sacile

Piani paralleli, un film-concerto con radici friulane

C’è anche l’Accademia d’archi ‘Arrigoni’ di San Vito al Tagliamento nel film-concerto di Gianni Di CapuaPiani Paralleli’, sulla Suite per quartetto jazz e orchestra d'archi di Giovanni Mazzarino, in programma venerdì 24 al Cinema Ariston di Trieste alle 21.

Realizzato col sostegno della Film Commission del Friuli Venezia Giulia, il film vede un dialogo intimo tra il compositore e pianista Mazzarino e i musicisti chiamati ad affiancarlo: il contrabbassista e compositore statunitense Steve Swallow, Adam Nussbaum, considerato tra i migliori percussionisti di oggi, e il trombettista italiano internazionalmente noto Fabrizio Bosso.

In questa occasione Bosso fonde le sonorità virtuosistiche del proprio strumento nei raffinati arrangiamenti di Paolo Silvestri, alla direzione dell’orchestra d'archi dell'Accademia Arrigoni. Tutti musicisti dalle caratteristiche peculiari che apportano sensibilità e opportunità di confronto che la cinepresa documenta affiancando il processo creativo musicale e rivelando infine un’opera composita impregnata dalle suggestioni provenienti dalla terra di origine dell’eclettico compositore, forgiata dalle tradizioni musicali più disparate.

Definito “un’esperienza che presenta una nuova (quindi roluzionaria) concezione della sala da concerto, il film vede al centro la musica che scorre nel chiaroscuro della Fazioli Concert Hall di Sacile, evocando un tempo sospeso che il cinema consegna al suo essere di nuovo epifania dell’istante, anima del jazz.

 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori