Home / Spettacoli / Ruggero de I Timidi: “A teatro come Sinatra, altrimenti faccio la trap”

Ruggero de I Timidi: “A teatro come Sinatra, altrimenti faccio la trap”

‘Ruggero de I Timidi Show’ è atteso al Palamostre di Udine sabato 17. Andrea Sambucco: “Mi piaceva l’idea di uno spettacolo alla Frank Sinatra, o alla Johnny Dorelli. O alla Luciano Tajoli"

Ruggero de I Timidi:  “A teatro come Sinatra, altrimenti faccio la trap”

A Udine torna. Spesso. Alla sua città ha pure dedicato un brano e un video: uno di quelli che, messi assieme, fanno numeri da influencer di You Tube! Ruggero de I Timidi, il cantante confidenziale nato nel 2013 dall’idea del comico-cantautore-cabarettista udinese Andrea Sambucco (che “vive dentro di lui”!), ha iniziato il 2018 con un nuovo spettacolo, dopo gli ‘Spruzzi di Gloria’ del 2017. ‘Ruggero de I Timidi Show’, atteso al Palamostre di Udine sabato 17 (ma poi sarà anche a Pordenone e Trieste), è un mix di classici e canzoni inedite in stile Las Vegas, proposte assieme alla moglie soubrette-manager Fabiana Incoronata Bisceglia.
“Mi piaceva l’idea di uno spettacolo alla Frank Sinatra, o alla Johnny Dorelli. O alla Luciano Tajoli, per andare più indietro: quelli che cantano e raccontano, insomma, anche se un po’ più ‘fresco’. Ci sarà una scalinata – con 3 gradini al posto dei 30 di Sanremo -, poi la parrucca con le lampadine, le canzoni che il pubblico si aspetta… L’idea era di fare qualcosa che ricordasse Giorgio Gaber e Ombretta Colli, ma senza la politica!”
Forte dei suoi 15 milioni di contatti (!) sul canale YouTube, Ruggero/Andrea ha progetti a lungo termine sul nuovo show: “Vorrei girare almeno due anni, anche perché dalle views su internet non si monetizza... All’inizio le contavo e mi facevano impressione, ma poi mi sono fatto una vIta. Da lì comunque è nato un interesse che mi fa organizzare spettacoli, vendere cd, pagare il mutuo e i miei collaboratori. Certo, se avessi indovinato il tormentone dello scorso anno… Purtroppo ‘L’estate del reggaeton’ è uscito troppo tardi: mi rifarò l’estate 2018, magari buttandomi sulla trap!”.
Con la sua ironia, Ruggero è entrato anche nel cast di ‘90 Special’, condotto da Nicola Savino su Italia 1, ma per molti resta sempre “il cantante di riferimento de La Zanzara”. “A teatro sono meno trash e un po’ più edulcorato rispetto al passato. Sarà perché, e qua sento che si rivolterà nella tomba, apprezzo sempre più l’esempio di Gaber, che aveva smesso di guardare a Tv ed evitava di essere commerciale, puntando a un pubblico più ridotto. Ti dirò di più: penso di fare un album cantautorale vero, stile anni ’70-’80, tra De Gregori e Ivan Graziani. E se poi le radio non lo trasmettono? Chissenefrega: non mi interessa la stella Michelin, mi basta il mio agriturismo”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori