Home / Spettacoli / San Vito Jazz ‘mescola’ le eccellenze

San Vito Jazz ‘mescola’ le eccellenze

Tre concerti in Auditorium dall’11 marzo: tra gli ospiti, Alexander Balanescu, Ken Vandermark, William Parker e Hamid Drake

San Vito Jazz ‘mescola’ le eccellenze

Dopo aver festeggiato i suoi primi dieci anni con tre serate da tutto esaurito, San Vito Jazz 2017 torna a raccogliere una nuova sfida e dal Teatro Arrigoni si trasferisce nel più ampio Auditorium Centro Civico per poter accogliere tutto il pubblico che negli anni si è affezionato alla rassegna, facendone un punto di riferimento sia tra gli appassionati, sia tra i neofiti.

Sostenuto da Fondazione Luigi Bon, ProSanVito, Accademia d’Archi Arrigoni e Rai Radio3, il direttore artistico della rassegna Flavio Massarutto ha puntato anche quest’anno a mescolare sapientemente le eccellenze del panorama musicale regionale, nazionale e mondiale.

L’inaugurazione sarà affidata al percussionista sloveno Zlatko Kaučič, protagonista del progetto speciale dal titolo Reflettiva!,  presentato in anteprima assoluta per San Vito Jazz sabato 11 marzo. Tra echi popolari e suggestioni jazz-rock, le musiche di Kaučič saranno appositamente arrangiate e condotte da Bruno Cesselli. Accanto al percussionista con il suo fantasioso e sorprendente strumentario, sul palco ci saranno l’Orchestra d’archi dell’Accademia Arrigoni e il violinista rumeno Alexander Balanescu. In una prima serata che celebra l’incontro tra Friuli ed Est Europa nel segno dell’improvvisazione.

Sabato 18 San Vito Jazz ospiterà l’esplosivo quartetto Gabriele Mitelli O.N.G., formato dal trombettista Mitelli, i chitarristi Enrico Terragnoli e Gabrio Baldacci e il batterista Cristiano Calcagnile e  accompagnato dal sassofonista Ken Vandermark, musicista di punta dell’avant-jazz di Chicago. Una serata di jazz elettrico con ampio utilizzo di pedaliere, filtri ed effetti elettronici in un viaggio che da Sun Ra arriva ai C.S.I.. 

Terzo e ultimo appuntamento domenica 26 con un omaggio al soul jazz di un quartetto di vere stelle: The William Parker Organ Quartet. Capitanati da una figura centrale della scena afroamericana newyorkese da oltre 20 anni, sul palco saliranno un musicista di culto come il pianista Cooper Moore, il batterista che tutti vorrebbero avere Hamid Drake e Brandon James Lewis, uno dei più convincenti nuovi talenti del sax tenore.

La campagna abbonamenti si apre venerdì 17 al Punto IAT di San Vito. Per ulteriori informazioni, 0434-80251 o iat.sanvitoaltagliamento@gmail.com.

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori