Home / Spettacoli / Tsu presenta ‘Social Comedy’

Tsu presenta ‘Social Comedy’

Sabato 30 settembre alle 21, all’Auditorium Bellavitis, la prima commedia italiana che racconta la quotidianità nell’accoglienza ai richiedenti asilo

Tsu presenta ‘Social Comedy’

‘Social Comedy: intrigo a via Doganelli’, inserito all’interno della rassegna Epicentri di Teatro Sosta Urbana è primo testo teatrale scritto in Italia che affronta il tema dell’accoglienza e della protezione dei rifugiati sotto forma di una commedia insieme ironica e profonda e che si prefigge lo scopo, anche grazie al linguaggio usato, di arrivare al grande pubblico, ovvero anche a tutti coloro che non necessariamente sono sensibili alla tematica ma sono spesso indifferenti od ostili.

“Ogni fenomeno epocale, anche quello apparentemente più destabilizzante come lo spostamento di milioni di persone a causa di guerre e povertà estrema, se visto da vicino, e spogliato della sua minaccia, può sorprendere”. E’ questo l’obiettivo dell’autore Maurizio Zacchigna, portare in scena una commedia - la prima in Italia-, che racconti una vicenda più che mai attuale esaltandone la quotidianità, evitando ogni tipo di eroismo ma anzi preferendo le piccole sfide giornaliere, tra telefoni che squillano, riunioni, incertezze, vittorie e pregiudizi.

Nel palazzo di via Doganelli 6, tra i ben pensanti dei pianerottoli, la storia si lascia raccontare da quattro operatori sociali estremamente variopinti, la loro capa autorevole, un drammaturgo sperduto, un poliziotto gentile sempre e un’anziana signora... con delle ideologie non molto favorevoli. E poi rifugiati afgani di cui si parla sempre ma che non si vedono mai. Tutti insieme lottano per qualcosa, in giornate che sono l’accavallarsi di tensioni, colpi di scena, incontri e scontri e l’amore sincero, etero o omosessuale che sia.

L’obiettivo è più che mai civile: attraverso una storia pop fatta di love –story, giallo e vari intrecci, è fornita allo spettatore  la possibilità di abbassare le difese e pregiudizi, accogliendo stimoli nuovi, che possano far rivalutare la visione di un mondo in continuo mutamento.

L'appuntamento è per sabato 30 settembre alle 21, all’Auditorium Bellavitis. La replica messa in scena da Teatro Sosta Urbana è realizzata con il sostegno di Arci Trieste e la collaborazione di Arci Udine e Pordenone.

Il testo, secondo classificato al concorso Fortunedautore 2016 svoltosi a Bari, è stato commissionato all’autore dall’ICS, Consorzio Italiano di Solidarietà – Ufficio rifugiati. La drammaturgia è frutto di un lavoro di confronto con gli operatori dell’ICS attraverso incontri, interviste e presenze nei luoghi di accoglienza.

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori