Home / Spettacoli / Udine porta la classica in Castello

Udine porta la classica in Castello

Udine porta la classica in Castello

Le domeniche di ottobre, grandi interpreti nel Salone del Parlamento: una rassegna apprezzata anche dai turisti d’oltre confine

Ottobre in musica con la quarta edizione del ‘Festival Udine Castello’, rassegna all’insegna delle culture e dei grandi interpreti, organizzata dagli Amici della Musica di Udine nel Salone del Parlamento. Il punto più alto della città diventa così un privilegiato luogo di incontro per gli appassionati di musica e un polo ancor più attrattivo per i turisti d'oltre confine, che già nelle passate edizioni hanno dimostrato di apprezzare l’abbinamento tra il repertorio selezionato e il ricco patrimonio artistico delle collezioni dei Civici musei.

Quattro in tutto gli appuntamenti del Festival, con nomi prestigiosi del concertismo internazionale. I concerti avranno luogo la domenica mattina alle 11 e saranno seguiti da un brindisi conviviale e da una visita ai Civici Musei. Partner di questa edizione, oltre al Comune, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la Regione FVG, la Fondazione Friuli, la Fondazione Filippo Renati e il Club Unesco Fvg.

Grande apertura il 1° ottobre con il Coro del Friuli Venezia Giulia e l’Orchestra San Marco di Pordenone, uniti nell’esecuzione di una selezione delle fantastiche ‘Bach Kantaten’ dirette da Filippo Maria Bressan. Domenica 8, l’insolita formazione del Trio Accord (violino, violoncello, fisarmonica) propone ‘Incantamenti’, con musiche di Brahms, Elgar, Rossini e Piazzolla.

Il 15, spazio ai contrasti del programma ‘Il diavolo e l’acqua santa’, con la Camerata Orphica Soloists (interpreti bulgari e italiani), su pagine di Tartini, Paganini e Clara Schumann. Il 22 ottobre si chiude con un gradito ritorno: una flautista dal suono quasi leggendario, la statunitense Carol Wincenc, accompagnata al pianoforte da Aurora Sabia tra Bizet, Couperin, Debussy e autori americani in un programma dal titolo ‘From New York with love’.

Viva la soddisfazione della presidente degli Amici della Musica, Luisa Sello, nel presentare la rassegna: “Annuncio con orgoglio una nuova e importante partnership con le capitali della cultura di Plovdiv e Matera. Nei Balcani e nel sud Italia, il Festival ha trovato una risonanza tale da portare a considerare la città di Udine un ponte naturale della cultura. Da non dimenticare l'interesse austriaco, in particolare di Vienna, per le giornate in Castello, con un numero di prenotazioni già molto consistente”.

Info: www.amicimusica.ud.it

 

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori