Home / Spettacoli / Un pianista ‘trascendentale’

Un pianista ‘trascendentale’

Ad ‘Armonie in Corte’ il friulano Sebastian Di Bin, già enfant prodige che ha inciso l’intero ciclo dei 12 studi trascendentali di Liszt

Un pianista ‘trascendentale’

Dopo l’esecuzione del Trio Mezzena-Patria-Ballario, prosegue nella Corte di Palazzo Morpurgo a Udine la rassegna ‘Armonie in Corte’. Protagonista martedì 18 alle 21, in una serata organizzata dall’Ente Regionale Teatrale Fvg assieme al Comune di Udine e alla Fondazione Bon, uno dei talenti più fulgidi della nostra regione: Sebastian Di Bin.

Il  debutto ufficiale a 11 anni con l'orchestra Slovenicum di Lubiana, poi il pianista si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Pesaro. A seguire gli studi con Scala e Rattalino all'Accademia Internazionale Pianistica di Imola, dove ha conseguito il Diploma di Alto Perfezionamento, e all'Accademia Internazionale di Recanati.  

La sua attività concertistica lo vede esibirsi in prestigiosi teatri in tutta Italia (La Fenice di Venezia, Comunale di Bologna, Auditorium Verdi di Milano, ecc). e all'estero: Olanda, Francia, Germania, Austria, Spagna, Usa, Sudafrica...

Di Bin si è esibito con l'orchestra Afos della Fondazione Toscanini, la Johannesburg Philarmonic Orchestra, la Philharmonische Kammerorchester e molti altri ensemble di prestigio. È stato invitato al Festival di Salisburgo, alla ‘Maratona Chopin’ e ad altre kermesse e ha appena inciso l'intero ciclo dei 12 studi trascendentali di Liszt.

Nutrito il palmares di premi ottenuti da un ambasciatore che è anche Ambasciatore dell'Unicef per meriti artistici. Il programma del concerto udinese evidenzierà l’enorme talento pianistico sia dal punto di vista tecnico che espressivo, grazie a famose composizioni di Tchaikovsky, Chopin, Rachmaninov e Liszt.

 

0 Commenti

Economia

Sport

Politica

Cultura

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori