Home / Sport news / Parte il conto alla rovescia per la Staffetta Telethon

Parte il conto alla rovescia per la Staffetta Telethon

Tantissime novità per la 24 per un’ora di Udine, al via sabato 1 e domenica 2 dicembre

Parte il conto alla rovescia per la Staffetta Telethon

La 20a Staffetta Telethon 24 per un’ora, in programma dalle 15 di sabato 1 alla stessa ora di domenica 2 dicembre, scalda i motori, con tantissime novità. A cominciare dall’organizzazione. Il Comitato Udinese Staffette Telethon, infatti, si è rinnovato, scegliendo Marco de Eccher come presidente. Nuova anche la componente tecnica, che è stata affidata all’Asd Udine Sport e Solidarietà, sodalizio nato proprio per affiancare il comitato nella gestione di un evento che, di anno in anno, è cresciuto sempre più. Solo nel 2017, infatti, sono state 460 le squadre al via, per un totale di oltre 12mila persone impegnate nell’arco del weekend.

TRACCIATO. Anche il percorso, messo a punto e testato da Stefano Scaini, sarà un’assoluta novità. L’anello, ricavato come sempre nel cuore di Udine, è stato ‘allungato’ a 1.700 metri, per consentire di accogliere un numero maggiore di team. La novità principale sarà il giro ad anello di piazza I Maggio, che ospiterà anche il Villaggio per le squadre. Lo start sarà fissato in piazza Libertà, da dove si proseguirà per via Mercatovecchio, vicolo Portanuova, piazza I Maggio (con giro completo dell’elisse), via Manin, via Vittorio Veneto, piazza Duomo, via Stringher, via Savorgnana, via Cavour e ritorno al punto di partenza.

ISCRIZIONI E INFORMAZIONI. Come ormai tradizione, le iscrizioni si potranno effettuare unicamente attraverso il sito internet www.telethonudine.it, a partire dalle 12 di venerdì 26 ottobre. Le squadre, inoltre, potranno scegliere direttamente online il proprio posto nell’area ospitalità di Giardin Grande. Le disponibilità sono soggette all’ordine cronologico di arrivo e prenotazione, quindi l’invito è di procedere quanto prima all’iscrizione e registrazione nell’apposita sezione del portale.

SOSTEGNO ALLA RICERCA. Non cambia, invece, l’obiettivo della manifestazione, ovvero la raccolta fondi a favore della ricerca scientifica per le malattie genetiche rare. Udine, caso unico in Italia, è stata abbinata ormai da anni a un progetto specifico. Le donazioni permetteranno di sostenere una delle ricerche in corso sulla malattia di Pompe, grave disfunzione metabolica di origine genetica che colpisce i muscoli. Lo studio, sostenuto dalla Fondazione Telethon, si svolge all’Icgeb di Trieste, con il coordinamento del Centro regionale per le malattie rare dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Udine.

STAFFETTA GIOVANI. Accanto alla 24 per un’ora, non mancherà la Staffetta Giovani che, dopo il successo del 2017, anche per quest’anno manterrà il ruolo di ‘apripista’ della due giorni all’insegna della corsa. I ragazzi delle scuole regionali, infatti, scatteranno nella mattinata di sabato 1 dicembre e avranno tutti i riflettori puntati su di loro, con start e premiazioni dedicate. L’organizzazione è stata messa a punto grazie all’impegno dell’Ufficio scolastico per l’Educazione fisica e sportiva di Udine, coordinato dal professor Claudio Bardini.

UN PO’ DI NUMERI. Negli anni, la staffetta è cresciuta sempre più, fino a coinvolgere, nell'ultima edizione, ben 460 squadre per un totale di oltre 12mila podisti, tra i quali agonisti e semplici amatori, che scendono in pista per l'occasione. Numeri importanti, che testimoniano la grande solidarietà dei friulani, e non solo, consentendo - solo nel 2017 - di raccogliere 222.000 euro, interamente devoluti a favore della ricerca scientifica.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori