Home / Sport news / Tanti motivi per iscriversi al Rally Valli della Carnia

Tanti motivi per iscriversi al Rally Valli della Carnia

Il 7 e 8 luglio al via la quinta edizione della gara, valida per la Coppa Italia

Tanti motivi per iscriversi al Rally Valli della Carnia

C’è tempo fino a venerdì 29 giugno per iscriversi al 5° Rally Valli della Carnia, gara in due giorni sabato 7 e domenica 8 luglio. E se servono motivazioni e stimoli per inviare la propria adesione, ne proponiamo cinque “random”, pescando nel mucchio.

Perché è una sfida tricolore. Intriga o non intriga, la Coppa Italia di Seconda Zona è una serie in quattro atti che comprende i già disputati Rally dei Laghi a Varese e l’Appennino Reggiano a Reggio Emilia, il Carnia appunto e poi a fine settembre il Città di Bassano. Fare le sfide isolate, “una tantum”, belle fin che si vuole ma fuori da un percorso agonistico strutturato, non incentiva l’attenzione degli sponsor.

Perché il tracciato è avvincente. North East Ideas e Carnia Pistons sono zeppe di piloti e navigatori con pluriennale esperienza di gare. Gente capace di concepire un tracciato tecnico e spettacolare come se dovesse correrci personalmente. “Voltois”, “Passo Pura”, “Feltrone” e “Verzegnis” sono prove speciali in grado di selezionare i talenti in derapata e controsterzo.

Perché il contesto è affascinante. Ampezzo è una delle capitali della Carnia, Alto Friuli, montagna aspra ma ricca di boschi, torrenti, natura lussureggiante. A torto si fa di tutta l’erba un fascio: carnici musoni e chiusi? No davvero, non ad Ampezzo dove il rally è di casa e le porte sono aperte a sorrisi e pacche sulle spalle. Rumore e traffico sopportati alla grande in un weekend di forti emozioni motoristiche.

Perché c’è una direzione mondiale. I due in cabina di regia, Mauro Furlanetto e Lucio De Mori, sono gli stessi che governano il Rally mondiale Wrc in Sardegna. “Furla” è di Portogruaro, “Lucien” di Belluno, incroci vari di amicizia e collaborazione li hanno traghettati al Carnia dall’isola dei quattro mori. Senza trascurare Fabrizio Martinis e Valentina Boi, eminenze di North East Ideas, che hanno svolto compiti di apripista e segreteria ad Alghero, “pareggiando” lo scambio di competenze.

Perché Bearzi & C. sono simpatici. Qui la cosa è opinabile. Tanto più che quando Matteo Bearzi si arrabbia, il suo quintale virgola x lievita a quota Pavarotti. Però c’è un’allegria nel comitato organizzatore che contagia concorrenti e addetti ai lavori, creando un clima piacevole dal venerdì sera (perché si comincia con una cena conviviale) alla domenica pomeriggio. Quando la festa in piazza ad Ampezzo per la cerimonia di premiazione suggella un fine settimana da urlo (tutte le informazioni su www.rallydellacarnia.it).

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Cultura

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori