Home / Sport news / Udine da Coppa del Mondo

Udine da Coppa del Mondo

Scherma - Dal 17 al 19 febbraio al PalaIndoor oltre 450 atleti a contendersi i sei ori U20 in palio

Udine da Coppa del Mondo

Saranno oltre 450 gli atleti in pedana da venerdì 17 a domenica 19 febbraio al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine per l’ultima tappa stagionale della Coppa del Mondo Under 20 di scherma. Per il Friuli si tratta della 12esima edizione consecutiva (le prime sette furono ospitate al Villaggio GeTur di Lignano, mentre dal 2013 la carovana della Coppa del Mondo ha trovato casa al PalaIndoor), grazie alla sinergia tra Federazione Italiana Scherma, Comitato regionale Fis capitanato da Paolo Menis e Comune di Udine, con il fondamentale contributo di un pool di sponsor privati.

NUMERI – Alla chiusura delle iscrizioni il numero totale di atleti ha raggiunto quota 462, con il record per Udine di 41 Paesi rappresentati. Il totale degli atleti è destinato ad aumentare prima di venerdì perché verranno convocati alcuni schermidori italiani per completare i gironi eliminatori che per regolamento debbono essere composti da 7 atleti. Oltre alle nazionali che hanno fatto la storia della scherma, come Francia, Ungheria, Germania e Russia, a Udine arriveranno per la prima volta anche delegazioni da Armenia, Cile, Bolivia, Singapore e Sudafrica. L’Europa sarà grande protagonista, ma attenzione alle sorprese, una di queste potrebbe essere la nazionale giapponese che punta al podio nella spada.

GARE – Si inizia venerdì 17 alle 9 del mattino con i gironi eliminatori della spada femminile (139 le atlete iscritte) e del fioretto maschile (93). Alle 17 saranno assegnati i primi due ori della manifestazione con le semifinali e le finali. Sveglia presto anche sabato 18 febbraio: alle 9 sarà la volta della spada maschile (155) e del fioretto femminile (75) che concluderanno la gara alle 18.30, dopo il Gran Gala con la cerimonia delle bandiere. La mattinata della domenica sarà dedicata alle gare a squadre miste maschile-femminile delle due armi. Le finali sono previste alle 15.

FAVORITI – Nella spada femminile l’azzurra Federica Isola (numero 2 del ranking) cercherà di bissare il successo ottenuto due stagioni fa al PalaIndoor, a contenderle la vittoria ci saranno Eleonora De Marchi (6a nel ranking, due volte bronzo a Udine e Campionessa del Mondo nel 2014), le russe Irina Okhotnikova (1) e Daria Filina (3) oltre all’ungherese Nagy (4) e alla francesse Nabeth (5).

Nel fioretto maschile la vittoria dovrebbe essere una faccenda tra italiani (Guillaume Bianchi, 2° nel ranking, Davide Filippi e Alessandro Gridelli) e russi (Iskander Akhmetov, 3°, e Vladislav Zhuravlev). Nel fioretto femminile la presenza delle prime atlete del ranking (nell’ordine la russa Abdrakhmanova, la tedesca Ebert e l’italiana Rossini) dà la dimensione della qualità e dell’imprevedibilità della competizione, mentre nella spada maschile Federico Vismara proverà a conquistare l’unico gradino del podio che gli manca a Udine, dopo l’argento del 2015 e il bronzo 2016. In gara anche il russo Bruev che lo sconfisse per una stoccata nel 2015 e il bronzo 2016 Valerio Cuomo; ma nella spada, arma senza convenzione, le sorprese sono all’ordine del giorno, ancor di più nelle categorie giovanili.

REGIONALI – Non ospitando la sciabola (la Federazione internazionale non permette di disputare le gare di tutte e sei le armi nello stesso weekend e obbliga, quindi, a una rotazione delle armi di anno in anno), il Friuli Venezia Giulia perderà la sua eccellenza nel settore Under 20 con gli atleti della Gemina Scherma di San Giorgio di Nogaro dei maestri Christian Rascioni e Sara Vicenzin. Gli atleti regionali in pedana saranno, comunque, tre: Alessandra Segatto nella spada, Anna Chiara Losso e Alessandro Stella nel fioretto. Segatto, nata schermisticamente al Club Schema Pordenone e cresciuta all’Asu di Udine con il maestro Roberto Piraino, da quest’anno difende i colori di Scherma Treviso, mentre Losso, già allieva della maestra Lorenza Bocus alla Società Ginnastica Triestina, tira per il Circolo Scherma Mestre. Suo compagno di sala a Mestre è Stella, cresciuto all’Asu con i maestri Silvia Serrenti e Simone Cappelletto, quest’anno è sbocciato conquistando l’oro individuale ai Giochi del Mediterraneo Under 17 (Alessandro è classe 2000) e guadagnandosi la convocazione per i Campionati Europei di categoria. Dopo il debutto a Londra, per lui questa sarà la seconda gara con i ragazzi “più grandi”.

Ci sarà del Friuli anche a bordo pedana, proprio con Cappelletto che affianca il commissario tecnico del fioretto tedesco Andrea Magro, e con l’esordio in una competizione mondiale per il giovanissimo Lorenzo Dorigo, responsabile tecnico dell’Unione Ginnastica Goriziana dove si allenano due atlete della nazionale slovena di spada. In tema di ripescaggi per completare i gironi eliminatori, resta aperta la possibilità di vedere impegnate in pedana nella spada la triestina (SGT) Greta Odorico, all’ultimo anno nella categoria giovani, e Anais Gon (classe 2000) dell’ASU Udine.

Tutte le informazioni sulla gare possono essere reperite al sito www.schermafvg.it; l’ingresso al PalaIndoor è gratuito.

0 Commenti

Economia

Calcio dilettanti

Spettacoli

Politica

Tendenze

Gusto

Viaggi

Salute

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori