Home / Sport news / Udine fa suo il derby! Con l'Alma finisce 73-69

Udine fa suo il derby! Con l'Alma finisce 73-69

Pubblico delle grandi occasioni al Carnera, premiato da un successo al fotofinish dei friulani

Udine fa suo il derby! Con l\u0027Alma finisce 73-69

Carnera tutto esaurito per il primo derby della stagione tra Gsa e Alma, con i tifosi sugli spalti che iniziano ad animare la sfida con ampio anticipo rispetto alla prima palla a due.

Il primo canestro della serata, dopo una serie di errori su entrambi i fronti, premia Pellegrino, subito contro-bilanciato da Green. Ancora Pellegrino, dalla lunetta, regala due punti ai friulani. Si lotta su ogni pallone e a farne le spese è subito il numero 5 giuliano, Green, che rimedia due falli nel corso della stessa azione difensiva. Dykes non trova il bersaglio dalla lunga, consentendo a Da Ros di raggiungere la parità sul 4-4 dopo 4 minuti di gioco. Si sblocca Veideman, ma Baldasso replica subito al colpo (6-6). Benevelli e Dykes, perfettamente servito sotto le plance dal lettone, portano Udine sul 10-6. I friulani difendono bene e volano a canestro su palla recuperata da Pellegrino per il 12-6 del primo time out chiamato da coach Dalmasson. Trieste accorcia con Cavaliero, ma è ancora Dykes a difendere il margine di vantaggi friulano (17-13). Udine ruba palla, ma Da Ros stoppa Mortellaro lanciato a canestro. L'Alma non sfrutta al meglio la doppia occasione dalla lunetta con Prandin e Da Ros, ma poi riesce a trovare quasi sulla sirena di fine primo quarto il pareggio sul 17-17.

Si riparte con Ferrari e Baldasso a segno, prima della tripla di Pinton che infiamma il palazzetto, realizzando anche il libero (23-19). Baldasso mantiene i giuliani incollati, mentre la tripla di Loschi consegna il primo vantaggio ospite sul 25-26. Spazio per Diop, che agguanta la parità con un libero, prima di una serie di errori sui due lati del campo. A 6' minuti dal riposo, botta e risposta tra Bowers e Mortellaro, che inventa un canestro da sotto le plance, ma poi commette fallo sul rovesciamento di fronte, consentendo a Trieste di portarsi sul 28-30. Ci pensa Veideman con due azioni personali a ristabilire la parità e riportare Udine avanti (32-30), quando mancano 3'45'' alla sirena. Pellegrino serve perfettamente Diop (34-31), mentre l'Alma litiga dalla lunga. Due su due per Veideman dalla linea della carità che portano i friulani sul più cinque (36-31). La Gsa difende il suo canestro e incamera altri due punti grazie a un bellissimo scambio Dykes-Diop, che poi segna ancora per il 40-31. Sulla sirena, ci pensa il numero 00 a mandare Udine al riposo lungo sul 42-31.

Si riparte con una serie di errori di Udine che permette a Baldasso di realizzare la bomba del 42-34. Ci pensa Diop a rimettere in moto lo score friulano (44-34). Il cronometro continua a scorrere, ma Gsa e Alma litigano con il canestro. Quando mancano 6'20'' alla sirena, è Green a sbloccare lo stallo (44-36), mentre per i friulani la retina continua a essere stregata. Quando sono trascorsi 5 minuti, Dykes incassa una stoppata di Da Ros, mentre Bowers non sbaglia (44-38). Il numero 00 friulano si riscatta subito, ma Da Ros risponde al colpo (46-40). Dopo una fase caratterizzata da tanti sbagli, la partita si riaccende con Raspino e Fernandes (48-42). Raspino conquista e realizza due liberi (50-42) e Udine si arrocca in difesa, non consentendo a Trieste di trovare un tiro facile. Ci pensa Benevelli a far scattare il Carnera con una tripla che porta l'Apu sul 53-42. Green prova a rispondere, ma il tiro dalla lunga è 'aggiustato' da Cittadini, che va a segno anche nel nuovo cambio di fronte, costringendo coach Lardo a chiamare time-out quando mancano 55'' alla sirena (53-46). Prima della pausa c'è ancora tempo per il centro di Dykes, che dopo una difesa aggressiva sull'Alma, non riesce a bissare. Il terzo quarto si chiude sul 55-46.

L'ultimo spicchio di gara parte ancora all'insegna degli udinesi, con il canestro di Mortellaro, al quale Loschi risponde dalla lunga (57-49). Raspino va in lunetta, ma ne mette uno su due. Benevelli (terzo fallo) manda ai liberi Loschi, che non sbaglia (58-51). Udine fatica nella manovra e perde palla, costringendo Pinton a un fallo difensivo. La Gsa non riesce a segnare e i giuliani ne approfittano, con la tripla di Fernandes che rimette tutto in discussione. I problemi per Dalmasson arrivano dai falli, con Green già gravato di quattro fischi e Fernandes che commette un antisportivo su Veideman che, a 5'44'', può andare in lunetta. Prima, però, la panchina giuliana chiama time-out per chiarire le idee. Il lettone non sbaglia e poi trova anche il canestro del 63-54. Trieste risponde con il numero 4, mentre Dykes prova ad andare fino in fondo, ma viene fermato. Ancora un errore friulano consegna a Loschi la tripla del 63-59. Ci pensa Benevelli ad aumentare lo scarto (65-59): sul cambio di fronte, Dykes per l'arbitro commette fallo sulla stoppata a Bowers, lanciato a canestro, che dalla lunetta non perdona (65-61), mantenendo il risultato in bilico. Udine non ci sta e con Mortellaro e Dykes - uno su due - dalla lunetta va sul (68-61). A due minuti dal termine è ancora Dykes da tre a infiammare il Carnera (70-63). Raspino prova la tripla, che non va, mentre Fernandes trova canestro e fallo (il quarto di Mortellaro): il numero 4 giuliano non sbaglia per il 70-66, che mantiene ancora la sfida apertissima a 56'' dalla sirena, con coach Lardo che chiama time-out. Finale incandescente: quinto fallo per Bowers, che spedisce in lunetta Raspino. Il numero 8 friulano fa zero su due, ma Trieste non ne approfitta: il cesto respinge gli assalti di Fernandes e Cittadini. A 21'', Dykes va in lunetta e fa uno su due per il 71-66, sul quale Dalmasson chiama tempo. Al rientro, Mortellaro commette il quinto fallo e spedisce ai liberi Fernandes (71-68). Ancora squadre richiamate in panchina, quando restano 18'' da giocare. Udine fatica nella rimessa, ma poi costringe Loschi al quinto fallo. In lunetta Benevelli che non sbaglia, portando i friulani sul 73-68; a 11'', Dalmasson chiama nuovamente time-out. In rimessa i giuliani, che conquistano la linea della carità con Green (fallo di Raspino): il numero 5 ne mette un su due, Trieste conquista il rimbalzo, ma la palla esce e la Gsa può far trascorrere palla in mano il cronometro fino alla vittoria finale per 73-69.

Carnera in piedi e grande festa per i friulani, riusciti nella non facile impresa di fermare la prima della classe. Una vittoria che, nel derby, vale decisamente doppio. Nel finale, le emozioni continuano: uno dei protagonisti del trionfo udinese, Dykes, si accascia a terra: per fortuna nulla di grave per lui, probabilmente provato dal grande stress della contesa. Applausi ancora più forti per lui all'uscita dal campo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori