Home / Tendenze / Il Malignani vince la Fiera Regionale del programma Impresa in azione

Il Malignani vince la Fiera Regionale del programma Impresa in azione

Il progetto vincitore con l’etichetta termo cromatica OKelvin di Udine che vola a Milano per l’evento nazionale BIZ Factory

Il Malignani vince la Fiera Regionale del programma Impresa in azione

Un’etichetta “magica” che permette di capire, colorandosi diversamente, se un vino è conservato o servito alla temperatura corretta, grazie ai due inchiostri termocromatici al suo interno. E potrebbe essere adeguata anche ad altri tipi di beni e prodotti che necessitano un controllo della temperatura, come per esempio alcuni farmaci. È OKelvin (un gioco di parole che anche in friulano, con l’accento finale, ha perfettamente senso) un articolato e completo progetto d’impresa, pronto ad andare sul mercato, vincitore dell’edizione 2018 della Fiera Impresa In Azione per il Friuli Venezia Giulia. A realizzarlo, l’Isis Malignani di Udine, con gli studenti della classe 3° Cmab.  La premiazione è avvenuta al culmine di una giornata ricchissima, all’insegna dell’imprenditorialità e dello spirito d’iniziativa. Oltre le 20 classi presenti, con 380 studenti di tutta la regione che, sotto il porticato dell’ente camerale in piazza Venerio a Udine, hanno oggi presentato a una giuria di esperti i progetti d’impresa realizzati durante l’anno. Tutto secondo il programma promosso da Junior Achievement Italia, dedicato all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola, e sviluppato in Friuli Venezia Giulia grazie alla partnership con la Camera di Commercio di Udine, sotto il cui porticato, in piazza Venerio, si è animata questa festa in grado di unire con concretezza studio e spirito imprenditoriale.

Il team di vincitori “volerà” ora alla competizione nazionale BIZ Factory, in programma a Milano il 4 e 5 giugno prossimi per contendersi il titolo di Migliore Impresa JA 2018 che rappresenterà l’Italia alla JA Europe Company of the Year Competition a Belgrado in Serbia il prossimo luglio.

Gli altri premi della giornata. L’Educandato statale collegio Uccellis (3° E del classico europeo) ha unito in modo originale l’idea di azienda alla promozione della poesia e della lettura, soprattutto tra i giovani: Filo il nome dell’impresa, una borsa in materiale riciclabile con stampate poesie realizzate grazie alla collaborazione con il giovane poeta friulano Cristiano Camaur. Il progetto ha già visto la collaborazione con tre librerie locali, un video aziendale che valorizza anche la città di Udine e un bando poetico per le scuole secondarie: al gruppo è andato il Premio speciale Comunicazione della Camera di Commercio di Udine. Menzione speciale, poi, per un’idea con un significativo risvolto sociale e ben spendibile: OverWalls, della 5° C SiA del Degnanutti, ha presentato una mascherina chirurgica speciale, per tutti coloro che svolgono professioni in cui questa è richiesta, che permette di comunicare meglio alle persone con difficoltà uditive. Due i modelli: uno con una parte trasparente che aiuta il cliente a leggere le labbra e una con un microfono abbinato a un’app in grado di trasformare le parole pronunciate in parole scritte su un tablet.

Tre premi sono stati assegnati anche dalla Glp, studio ai vertici internazionali in materia di proprietà intellettuale. I ragazzi vincitori riceveranno assistenza dall’azienda per il brevetto, il marchio e il modello industriale. Ad aggiudicarsela rispettivamente sono stati: il Malignani (3° Cmaa) che produrrà “Underground Lights”, tinta per capelli che rispetta l’ambiente e sfrutta una caratteristica inedita della curcuma, la sua fosforescenza sotto luci ultraviolette, una tinta giovane che dura un paio giorni e sparisce naturalmente. Per il marchio ci sarà l’impresa dell’Itse Deganutti (classe 5° E RIM), che ha voluto valorizzare attraverso un profumo artigianale la “viola di Udine”, unica per il petalo doppio o triplo e il particolare aroma: un prodotto nuovo e inedito che contraddistingue al meglio il capoluogo friulano. Rilevante anche l’attività per la scelta del packaging: boccetta, tappo e confezione e studio della grafica. Per il modello, è arrivato ancora il Deganutti con la 5° B, che ha inventato 3Spenser, un dispenser triplo che permette di portare in viaggio fino a tre tipi di prodotti da bagno in una confezione unica.

Le classi arrivate alla Fiera in fase finale sono state dell’Isis Galilei di Gorizia, dell’Iis Flora e Itst Kennedy di Pordenone, del Liceo scientifico Oberdan di Trieste, dell’Educandato Uccellis, dell’Isis Malignani, degli It Zanon e Deganutti di Udine, dell’Isis Linussio di Codroipo, dell’Itaf Mattei e Itc di Latisana. La partnership di JA con l’ente camerale è stata siglata proprio all’inizio di quest’anno, per volere del presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo e grazie all’iniziativa dei componenti del Comitato Giovani imprenditori (nonché presidenti dei Gruppi giovani di Confindustria, Confcommercio e Confartigianato) Davide Boeri, Fabio Passon e Francesco Roiatti, che hanno fortemente promosso la collaborazione. Gli enti camerali, infatti, con la recente riforma, hanno acquisito la nuova competenza dell’orientamento al lavoro e alle professioni e dunque a maggior ragione la collaborazione con JA permetterà di realizzarla al meglio.

Gli studenti hanno realizzato la loro idea imprenditoriale grazie al supporto del docente coordinatore e di Dream Coach, manager d’azienda che volontariamente hanno deciso di donare alcune delle loro ore lavorative affiancando gli studenti.

I Dream Coach contattati per l’edizione regionale e che hanno collaborato fattivamente con i ragazzi per aiutarli a realizzare i loro progetti, anche contattando a loro volta altri imprenditori, sono stati: Eleonora  Peressini della Frel; Loris Comisso, Mariagiovanna  Paulitti della Farmacia A. Colutta; Federico Barcherini; Francesca Gobbo di Dal Cont Delicatesse; Nicola Giarle “Giarle mobili arredamenti”; Stefano Ritella di Shop-o-rama; Michele Faggin di Axa srl, Valentina Cancellier di Besser vacuum; Fabio Micoli di Mitec Srl; Simone Balzano di Sacer; Andrea Perin di Banca Finint; Alfredo Ailvestrini di Azimut Capital Management; Filippo Causero di Foxwin; Tommaso Musuruana di Agricommerciale snc; Daniele Gulic di Dermap srl; Alessio Ferluga MaterialScan; Stefano Marioni di Telnet Servizi; Germano Scarpa di Biopharma; Alessandro Tomba.

 

Nella foto di Tassotto & Max i vincitori

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori